Immissioni in ruolo fase B. Bisogna scegliere la sede anche se destinatari di supplenza? Come comunicare la supplenza? Anno di prova su classi affini. Le FAQ

WhatsApp
Telegram

La segreteria nazionale FLP Scuola mette in evidenza alcune criticità legate alle procedure per l'accettazione del ruolo in fase B, soprattutto in relazione alla presa di servizio per chi ha accettato una supplenza nella propria provincia.

La segreteria nazionale FLP Scuola mette in evidenza alcune criticità legate alle procedure per l'accettazione del ruolo in fase B, soprattutto in relazione alla presa di servizio per chi ha accettato una supplenza nella propria provincia.

FLP segreteria nazionale – Come è noto, l’art. 1, comma 99, delle legge 107/2015, prevede, per i docenti destinatari di una nomina di supplenza annuale (31 agosto 2016) o fino al termine delle attività didattiche (30 giugno 2016), che l’assunzione in servizio su posto a tempo indeterminato possa avvenire al termine del predetto contratto di supplenza annuale.

Il Miur, dal suo canto, ha illustrato le modalità di comunicazione dell’accettazione della nomina in ruolo, mediante anche una specifica guida, ma non si è preoccupato di emanare disposizioni a carattere nazionale per disciplinare le modalità di comunicazione agli USR e agli UST del differimento dell’assunzione in servizio per effetto del conferimento della supplenza annuale nella provincia in cui si è inclusi in GAE.

Tale situazione, a causa anche della omissione da parte della maggior parte degli USR, delle modalità di comunicazione circa il verificarsi di tale situazione, sta comportandonotevoli preoccupazioni fra il personale destinatario delle proposte di assunzione della
ASE B, e che si trova in siffatta condizione. In particolare, i docenti si chiedono:

Occorre recarsi presso l'Ufficio Territoriale ove si è maturata la nomina in ruolo per scegliere comunque la sede di servizio?

Noi riteniamo che non si deve scegliere alcuna sede di servizio per la nomina in ruolo in quanto, avendo ottenuto il conferimento della supplenza annuale con assegnazione della scuola, ove si sta fra l'altro già prestando servizio, è giuridicamente vietato risultare assegnatari di due sedi di servizio per lo stesso anno.

In conseguenza il docente destinatario della nomina in ruolo e che nello stesso tempo in servizio quale supplente annuale, deve limitarsi solo a comunicare all'USR e all'UST competente tale sua situazione.

Il 1° luglio ovvero il 1° settembre 2016 ove occorrerà prendere servizio di ruolo?

Il docente destinatario di una supplenza annuale sino al 30 giugno e che quindi il 1° luglio 2016 deve assumere servizio presso la provincia di destinazione, in assenza di specifiche istruzioni da parte dell'UST ove si è risultati assegnati per la nomina in ruolo, dovrà presentarsi presso il suddetto ufficio per avere comunicazione della sede di servizio di "appoggio" giuridico per perfezionare il contratto di lavoro. Salvo diverse istruzioni che si auspica gli Uffici avranno la bontà di comunicare.

Il docente destinatario di una supplenza fino al 31 agosto 2016, dovendo partecipare alla fase di mobilità per l'a.s. 2016/17, si vedrà assegnata sia la provincia che l'ambito territoriale di appartenenza (e successivamente anche l'indicazione della sede con le modalità che saranno emanate con il CCNI sulla mobilità).

Come comunicare che si è destinatari di una supplenza annuale all'UST e all'USR della provincia assegnata in fase B?

I docenti dovranno collegarsi al sito dell'USR della regione nel cui ambito ricade la provincia di assegnazione e seguire le istruzioni emanate in tal senso. La Puglia, il Veneto e l'Umbria hanno già emanato specifiche istruzioni e, fra l'altro non hanno invitato i docenti in questione a recarsi presso gli Uffici territoriali per scegliere la sede.

Ove gli USR della provincia assegnata non indichino alcuna modalità occorrerà far pervenire specifica comunicazione all'USR e all'UST competente in cui bisognerà indicare in maniera puntuale sia gli estremi della nomina in ruolo che la tipologia di supplenza annuale di cui si risulti destinatari.

Il servizio svolo quale supplente annuale vale come periodo di prova?

La risposta a tale domanda è affermativa ove la nomina in ruolo e la supplenza annuale coincida come classe di concorso ovvero come tipologi di posto di sostegno.

Molto controversa è viceversa la situazione in cui si presti servizio come supplente su classe di concorso affine o su posto di sostegno, per esempio sostegno scuola superiore avendo invece ottenuto la nomina in ruolo nella scuola media sostegno.

A tal fine infatti si deve sottolineare come sino al 2008 il Miur, con specifiche note, abbia sempre sostenuto che il servizio svolto come supplente annuale, in pendenza di nomina in ruolo giuridica, se svolto sulla stessa classe di concorso o su classe di concorso affine (per es. nomina in ruolo A043 e supplenza su A050 oppure nomina in ruolo su sostegno infanzia e supplenza su sostegno primaria, oppure scuola media e superiore) era valido come anno di prova.

Successivamente il Miur, a specifiche richieste di chiarimento, ha fornito pareri discordanti.

Per questo motivo riteniamo che occorra una nota chiarificatrica da parte del Miur per fornire indirizzi generali in tal senso.

Con l’occasione si precisa altresì che, stante “l’oscurantismo burocratico” con cui il MIUR ha gestito l’assegnazione delle nomina in ruolo della FASE B, questa segreteria generale invierà apposita nota di diffida ai Capo dipartimento dott.ssa Bono e dott.ssa Di Pasquale affinchè siano immediatamente resi pubblici i nominativi dei docenti destinatari della nomina in ruolo, la provincia di provenienza, il punteggio vantato in graduatoria provinciale GAE e la sede assegnata.

LA SEGRETERIA NAZIONALE FLP SCUOLA

Gli articoli di OrizzonteScuola.it

Immissioni in ruolo. I bug del Miur: mancano indicazioni per comunicare supplenza

Anno di prova per i neo assunti in fase B: in quali casi è possibile svolgere la prova nella propria provincia?

Assunzioni fase B. Guida alla compilazione accettazione o rifiuto proposta di nomina. Calendario convocazioni scelta sede

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur