Immissioni in ruolo e ricostruzione carriera raffreddata. Sondaggio: 63% dice no

di redazione
ipsef

red – Ad inizio mese abbiamo lanciato l’allarme. C’è, infatti, il pericolo che le immissioni in ruolo previste dal piano triennale avvengano estendendo, ulteriormente, il primo gradone di anzianità di servizio.

red – Ad inizio mese abbiamo lanciato l’allarme. C’è, infatti, il pericolo che le immissioni in ruolo previste dal piano triennale avvengano estendendo, ulteriormente, il primo gradone di anzianità di servizio.

Gradone già esteso nel 2011 e che ha riguardato le ultime tranche di assunzioni. La cosiddetta ricostruzione di carriera raffreddata, per cui il primo gradone di anzianità di servizio è pari a 0 -8 anni (avendo accorpato la prima (0-2) e la seconda fascia (3-8)). Vedi la nostra guida sulle fasce.

Si paventa, da più parti, una ulteriore estensione di tale gradone: anche di 2-3 anni.

Il problema sorge poiché nel Decreto Istruzione si dice chiaramente che le immissioni in ruolo devono avvenire a "invarianza finanziaria". Che vuol dire? Che assumendo, lo Stato non deve spendere un euro in più rispetto a quanto già spende.

Il che si traduce in un allungamento dei tempi del primo gradone nel caso "l’invarianza" non venisse garantita dalle future immissioni in ruolo, in modo da rimandare il momento della ricostruzione della carriera e l’eventuale salto al gradone successivo con relativo aumento di stipendio. Insomma, per 11, 12 anni i neo assunti continuerebbero a percepire uno stipendio da precari.

Gli interessati sono disposti a fare questo sacrificio, ritardare di 11-12 anni l’eventuale scatto stipendiale?

Lo abbiamo chiesto ai prof in odore di immissine in ruolo in un sondaggio svolto tramite la nostra pagina FaceBook.

Chi ha partecipato al sondaggio ha le idee chiare, il 63% ha, infatti, detto no a qualsiasi compromesso, quindi, no alla ricostruzione di carriera raffreddata.

Seguici sulla nostra pagina FaceBook News in tempo reale

Vedi anche

In tre anni 41.272 pensionamenti e un piano triennale di immissioni con ricostruzione carriera raffreddata.

Immissioni in ruolo 2014/15, i numeri inviati dal Miur all’Aran: 12.625 docenti, 1604 di sostegno, 4.317 Ata

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare