Immissioni in ruolo: controllo dei punteggi per i nuovi assunti

Di
Stampa

Lalla – Nelle istruzioni operative per le immissioni in ruolo 2014/15 permane l’obbligo di controllo della regolarità dell’attuale punteggio di graduatoria per coloro che sono destinatari di proposta di contratto a tempo indeterminato.

Lalla – Nelle istruzioni operative per le immissioni in ruolo 2014/15 permane l’obbligo di controllo della regolarità dell’attuale punteggio di graduatoria per coloro che sono destinatari di proposta di contratto a tempo indeterminato.

Le istruzioni operative riportano

"A 20 Si ricorda l’obbligo che, entro tre giorni dalla stipula del contratto a tempo indeterminato, devono essere attivate, da parte dell’Ufficio Scolastico Territoriale competente, tutte le necessarie operazioni relative al controllo della regolarità dell’attuale punteggio di graduatoria nel rispetto di quanto previsto dall’art. 15 della legge n. 183/2011, in materia di autocertificazioni"

La norma è prevista dal 2011 (con un vago tentativo di estenderla anche agli incarichi annuali), e prevede l’obbligo per gli Uffici Scolastici Territoriali, di attivare entro tre giorni dalla stipula del contratto a tempo indeterminato tutte le operazioni necessarie al controllo del punteggio di graduatoria con il quale gli aspiranti sono stati assunti.

Segui su Facebook le news della scuola

Le modalità dunque dipendono dagli Uffici Scolastici: alcuni se ne occupano personalmente, altri delegano alle scuole sede di servizio provvisoria per l’a.s. 2014/15. Alcuni Uffici impongono in maniera tassativa l’obbligo di consegnare l’autocertificazione o eventuali titoli in originale, se previsti dalla normativa, nei 3 giorni previsti, altri permettono di consegnarla entro i 30 giorni utili per i documenti di rito.

Il controllo va fatto perchè le domande prodotte per l’aggiornamento delle graduatorie sono autocertificazioni ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, “Testo unico delle disposizioni legislastive e regolamentari in materia di documentazione amministrativa", sulle quali vengono effettuati annualmente dei controlli a campione.

Il controllo capillare del punteggio dei singoli avviene invece in occasione dell’incarico a tempo indeterminato.

L’art. 15 della legge 183/2011 in materia di autocertificazioni prevede "Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d’ufficio le
informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47, nonché tutti i dati e i documenti che siano in possesso delle pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte dell’interessato, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall’interessato"

" Le informazioni relative alla regolarità contributiva sono acquisite d’ufficio"

Il controllo deve riguardare tutti i docenti neo immessi in ruolo, sia con procedura concorsuale che dalle graduatorie ad esaurimento (se per i primi il controllo è stato effettuato dall’USR che ha curato la procedura, l’Ufficio Scolastico potrà acquisire i dati).

Tutte le guide sulle immissioni in ruolo 2014/15

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi