Immissioni in ruolo, assunti dopo il 9 agosto o per surroga assegnati alle scuole partendo dalla prima dell’ambito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’assegnazione degli ambiti ai neo immessi in ruolo, secondo l’ultima tempistica dettata dal Miur, si è conclusa nella giornata di ieri 9 agosto. 

In realtà, la summenzionata data non è stata rispettata in tutte le province sia perché alcuni USP hanno calendarizzato le convocazioni per le immissioni oltre il 9 agosto (vedi ad esempio USP di Agrigento, dove le operazioni termineranno l’11 agosto) sia perché vi potranno essere delle nomine in surroga, di cui abbiamo parlato in “Immissioni in ruolo: ancora posti liberi e nomine in surroga. Quando si prende servizio“.

I docenti nominati dopo la succitata data (9 agosto) non avranno più la possibilità di inserire su Istanze Online il CV, i requisiti e la scuola di partenza, in quanto le relative funzioni sono state aperte sino alla giornata di ieri.

Per i suddetti docenti, dunque, non vi sarà la chiamata diretta ma l’assegnazione da parte dell’Ufficio competente, che attribuisce la scuola di incarico secondo l’ordine di graduatoria.

Lo stesso Miur ha pubblicato un apposito Avviso (relativo solo alle surroghe, ma naturalmente valido anche per chi è nominato in prima battuta dopo la data del 9 agosto), in cui comunica che: In caso di surroga i docenti che con la rettifica dovessero cambiare ambito di titolarità, saranno quindi trattati a partire dalla prima scuola dell’ambito, come da elenchi ufficiali.

L’assegnazione della scuola, dunque, nei casi sopra citati, avverrà partendo dalla prima scuola dell’ambito, così come indicato negli elenchi ufficiali.

Versione stampabile
anief
soloformazione