Immissioni in ruolo aggiuntive su sostegno 2013/14: vari e diversi i criteri utilizzati dagli USR per ripartizione posti. La tabella di OS.it

di Lalla
ipsef

red – Dalla tabella predisposta da OrizzonteScuola.it sulla ripartizione del contingente provinciale per ordine e grado di scuola, emergono criteri diversi per la scelta della suddivisione nell’attribuzione dei posti. Esaminiamoli.

red – Dalla tabella predisposta da OrizzonteScuola.it sulla ripartizione del contingente provinciale per ordine e grado di scuola, emergono criteri diversi per la scelta della suddivisione nell’attribuzione dei posti. Esaminiamoli.

Nella circolare del 6 febbraio 2014 il Miur precisa che i 4447 posti sono da considerare aggiuntivi, cioè non si sommano a quelli attualmente vacanti, residuati dopo le precedenti immissioni in ruolo, che confluiranno nel prossimo piano triennale di immissioni in ruolo.

Le tabelle evidenziano quindi, per ciascuna provincia, la ripartizione dei posti, determinata in proporzione all’organico di diritto già esistente. La tabella dove c’è scritto II tranche indica il numero massimo di nomine effettuabili per quella provincia. Tali posti infatti vanno prioritariamente assegnati per riassorbire l’eventualte esubero esistente ed evitando di crearne di nuovo.

Vediamo come queste premesse si stanno realizzando nelle regioni che hanno già predisposto la suddivisione

Puglia

Non risulta funzionale, nella fattispecie, caratterizzata da posti di nuova istituzione non ancora tipizzati, il criterio di riparto enunciato al punto A.12 dell’allegato alla CM 21 del 21.08. 2013 "Le ripartizioni delle assunzioni per ogni ordine e grado di scuola e all’interno di ciascuna area va effettuata in proporzione ai posti vacanti e disponibili"

Ritenuto che i criteri di ripartizione vanno individuati in modo da soddisfare, per un verso, la finalità del legislatore di assicurare continuità al sostegno agli alunni con disabilità e quindi ripartendo l’incremento di posti di ciascuna provincia con riguardo al numero dei disabili distinti per tipologia di istruzione; per altro verso per soddisfare le legittime aspettative dei candidati del concorso bandito con DDG . 82 del 24 settembre 2012 iscritti negli elenchi regionali graduati di sostegno estratti dalle graduatorie di merito, nei limiti ovviamente dei posti messi a concorso

Ritenuto che il primo criterio non può essere assorbente del secondo e che il riequilibrio tra i diversi settori deve essere realizzato con gradualità in più anni viene operata la ripartizione presentata negli allegati

Liguria

Non si procede alla ripartizione del 50% delle nomine tra concorso ordinario e concorso per titoli (g.a.e). per la scuola dell’infanzia, primaria, AD00, AD01 e AD02, in quanto i relativi elenchi aggiuntivi di sostegno risultano esauriti o non formulati, per l’anno 2013.
Si vedono quindi gli elenchi aggiuntivi di sostegno relativi alle Aree Disciplinari 03 (concorso regionale) e 04 (concorso provinciale) e si tiene conto della consistenza dei candidati presenti negli elenchi di sostegno delle graduatorie ad esaurimento nei vari ordini di scuola di ciascuna provincia, e della possibilità di destinare ad altro ordine o grado di scuola le nomine non conferibili per mancanza o esaurimento degli stessi.

Lombardia

1) Una prima assegnazione, pari al 50% del contingente complessivo e comprensiva di eventuali arrotondamenti, è stata determinata a livello regionale, secondo un criterio strettamente proporzionale rispetto ai posti già esistenti nell’organico di diritto di ciascuna provincia per il 2013/2014; gli uffici avranno cura di determinare secondo il medesimo criterio la ripartizione per aree del contingente destinato alla scuola secondaria di II grado.

2) Il restante 50% viene affidato alle SS.LL. per la ripartizione provinciale, previa puntuale informativa alle Organizzazioni Sindacali territoriali, al fine tendere al riequilibrio dei rapporti docenti/alunni nei diversi ordini e gradi di scuola, tenendo altresì conto della consistenza numerica degli aspiranti inseriti in Graduatoria ad Esaurimento

Friuli Venezia Giulia

Le operazioni di immissioni in ruolo saranno effettuate tutte dalle G.A.E, in quanto non sono presenti elenchi nei concorsi ordinari regionali

Sicilia

Agrigento

Si ritiene di dover procedere alla ripartizione dei posti assegnati alla provincia di Agrigento in maniera proporzionale all’organico di diritto di sostegno, relativo all’a.s. 2013/14, nei vari ordini di scuola e, per la scuola secondaria di 2° grado, ad una ulteriore ripartizione, in maniera proporzionale all’organico di diritto 2013/14, all’interno delle aree disciplinari.

Leggi la tabella di OrizzonteScuola.it Nomine in ruolo aggiuntive su sostegno a.s. 2013/14: ripartizione posti

Versione stampabile
anief
soloformazione