Immissioni in ruolo 2017/18, vincitori concorso assunti da GaE in seguito a ricorso chiedono nota chiarimento. Lettera alla Fedeli

Stampa

Pregiatissima Ministra Valeria Fedeli, come anticipato telefonicamente alla gentilissima segretaria vorremmo sottoporLe la seguente questione 
che riguarda un gruppo di docenti vincitori del concorso 2016  Primaria/Infanzia, ma che, grazie a Cautelare ottenuta con ricorsi giudiziari (PDR CDS e TAR), hanno anche intrapreso e, la scorsa settimana, concluso positivamente l’anno di prova iniziato nel settembre 2016.

A settembre 2016 abbiamo preso parte alle convocazioni da GAE, acquisendo assegnazione su ambito o su scuola per questo triennio.

Alcuni di noi hanno partecipato alla mobilità bandita nei mesi scorsi, ottenendo la scuola scelta e potendosi così riavvicinare a casa, attivando già i piani di lavoro che si concretizzeranno dal primo di Settembre 2017.

Siamo in attesa della definizione delle convocazioni da Graduatoria di Merito, ma siamo preoccupati dell’eventualità di dover interrompere la continuità didattica ed i progetti già avviati.
Le nostre telefonate agli uffici preposti regionali non hanno ottenuto risposte esaurienti, o una seria presa in carico della questione, eccoci perciò costrette ad affidare le nostre paure, i nostri dubbi e le nostre speranze ad una tastiera.

La felicità legata al superamento del concorso ha lasciato spazio alla paura di perdere quanto fino ad oggi costruito con impegno, cura, rispetto, e dedizione.

Le mancate accortezze degli ingranaggi amministrativi ricadono sempre come macigni sugli altri, e questi altri si chiamano: dirigenti, docenti, bambini, famiglie.

Chiediamo di affrontare e risolvere questo problema, dandoci la possibilità di rimanere ad insegnare nelle “nostre scuole” e con i “nostri bambini”, che perderebbero i propri docenti a danno anche dell’organico interno all’istituto.
Ricordiamo anche che lo scorso anno alcuni posti non sono stati coperti fino a Gennaio, danneggiando un servizio fondamentale per la comunità.

Vorremmo anche farLe notare la paradossale situazione che si verrebbe a creare: noi vincitori di Concorso ci troveremmo in situazione svantaggiosa

dal punto di vista sia geografico che di continuità, rispetto ai nostri colleghi entrati da GAE con cautelare, che allo stato attuale non hanno però superato un concorso, e che mantengono la loro continuità fino alla discussione della sentenza di merito.

Analogo disagio – e danno – si è già verificato nel dicembre 2016, quando docenti con punteggio inferiore, sono stati immessi su posti già da loro occupati senza interruzione di continuità, mentre noi assunti con punteggio più alto a settembre 2016, abbiamo lasciato le nostre classi anche per spostarci in ambiti diversi e lontani da casa.

Inoltre anche in seguito alla chiamata da concorso 2012 i docenti già in servizio hanno mantenuto continuità su scuola.
Infine non arrecheremmo alcun danno ai colleghi in attesa di ruolo da GM e da GAE in quanto rimanendo sui posti attualmente occupati non andremmo a togliere posti messi a bando da GM o GAE per l’anno scolastico 2017-2018.
Invece accettando assegnazione da convocazione GM, i posti a noi assegnati tra il 9 giugno e il 7 luglio resteranno vuoti ma non potranno essere occupati ne dai docenti in ruolo ne da quelli convocati per l’anno di prova.
    Avremo la possibilità di restare nella scuola di riferimento? 
….anche con una deroga alle scadenze dell’assegnazione provvisoria?

Sicure di un Suo, anzi Vostro, interessamento,

nella speranza che le nostre voci non rimangano inascoltate,
e in attesa di un Suo cortese riscontro per iscritto,
cogliamo l’occasione per porgere i nostri
Distinti Saluti
e auguriamo buon lavoro a tutto lo staff del MIUR.

Caterina Ieracitano
ed altri colleghi e colleghe nella stessa identica situazione in tutta Italia

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur