Immissioni in ruolo 2015, vince il boicottaggio. 62% dei precari non presenterà domanda

WhatsApp
Telegram

Secondo quanto riportato ieri da Italia Oggi, le domande fino ad ora presentate per la richiesta di assunzione nella fase B e C del piano straordinario sono state 22mila.

Secondo quanto riportato ieri da Italia Oggi, le domande fino ad ora presentate per la richiesta di assunzione nella fase B e C del piano straordinario sono state 22mila.

Molte le polemiche attorno alla terza e quarta fase del piano straordinario di assunzioni. Molti precari boicotteranno queste fasi perché molti saranno costretti ad emigrare per avere una cattedra.

Inoltre, paradossalmente, i docenti che parteciperanno alla fase C potrebbero avere una maggiore possibilità di restare nella provincia di appartenzenza.

Tutte questioni che hanno messo in subbuglio il mondo delle Graduatorie ad esaurimento.

Su quest'argomento abbiamo lanciato un sondaggio che mostra come il boicottaggio non sia un semplice spauracchio, ma una decisione concreta che riguarda la maggioranza dei precari coinvolti nel piano assunzionale.

Secondo i dati da noi raccolti, il 62% dei docenti non presenterà domanda, mentre lo avrebbe fatto il 13%. Il 25%, invece, la farà più avanti.

In totale, se i nostri numeri saranno confermati, a fare la domanda saranno circa 30mila precari, a fronte di un'attesa che si aggira intorno agli 80mila.

Un piano, dunque, che mostra tutti i suoi limiti, mentre oggi una rappresentanza dei "pro-boicottaggio" incontrerà il Sottosegretario Faraone per avanzare una serie di richieste che vadano incontro alle problematiche dei docenti. Tutto sulle assunzioni.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur