Immissioni in ruolo 2015. Proposto censimento entro dicembre 2014 per dire sì all’assunzione

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Suscita qualche preoccupazione l’idea – peraltro non nuova – del censimento dei docenti inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento interessati all’immissione in ruolo nel 2015. Lo spauracchio è quello della mobilità geografica.

Suscita qualche preoccupazione l’idea – peraltro non nuova – del censimento dei docenti inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento interessati all’immissione in ruolo nel 2015. Lo spauracchio è quello della mobilità geografica.

 

Nel 2015/16 il 90% delle assunzioni dovrebe andare – così è scritto nelle Linee Guida presentate dal Governo Renzi – alle Graduatorie ad esaurimento.

Si tratterà di un’eccezione al principio generale per cui le assunzioni nel pubblico impiego possono avvenire solo per concorso, e dovrebbe riguardare tutti i 148mila iscritti nelle attuali Graduatorie ad esaurimento.

Va però considerato che non tutti potranno essere assunti secondo la figura tradizionale del CCNL, ma per alcuni si tratterà di far parte dell’organico funzionale Tutti in ruolo da graduatoria ad esaurimento e concorso. Si può con l’organico funzionale . Leggi tutto

Alcuni docenti infati risultano iscritti in classi di concorso ad esaurimento o non più insegnate (916 su A075 A076, 116 su economia domestica, portineria e pratica di agenzia).

CENSIMENTO ENTRO DICEMBRE 2014

Sarà necessario verificare il profilo di ognuno dei 148 mila iscritti alle Graduatorie ad esaurimento e sarà chiesto loro di accettare alcune condizioni

1) possibilità di essere assunti in una provincia della stessa regione o anche in una regione diversa da quella di appartenenza

2) possibilità di allargare le classi di concorso per materie affini, o come organico funzionale ad una scuola o rete di scuole.

Entro il 31 dicembre dunque gli iscritti alle Graduatorie ad esaurimento, ma anche vincitori e idonei del concorso 2012 confermeranno l’intenzione di essere assunti, a queste condizioni, a partire dal 1° settembre 2015.

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni

Potrebbe accadere che qualche migliaio di iscritti alle Graduatorie ad esaurimento rinuncino volontariamente all’assunzione (magari hanno già un altro lavoro); è stato infatti rilevato che negli ultimi 3 anni 43 mila iscritti non hanno avuto nè supplenze annuali (31 agosto o 30 giugno), nè supplenze brevi. Tuttavia il dato deve essere letto con molta cautela, in quanto molti di loro potrebbero aver lavorato nelle scuole paritarie ed essere comunque interessati all’assunzione nella scuola statale.

Se ci saranno molte rinunce, queste potranno essere compensate da

  • laureati SFP Vecchio ordinamento (9.000)
  • cosiddetti congelati Ssis (500)

purchè non si superi il tetto delle 148mila assunzioni e si ravvisi il bisogno di docenti aggiuntivi nella scuola primaria.

Il problema è: si potrà dare assenso all’immissione in ruolo ma solo a patto e condizione che avvenga nella provincia di inserimento, tra l’altro scelta da pochi mesi (maggio 2014)

IlSole24ORE ha fatto qualche calcolo, e ravvisato che le regioni Calabria, Molise e Basilicata potrebbero essere quelle più interessate da questo fenomeno Leggi tutto

Questo sarà sicuramente uno degli argomenti di dibattito nella fase di consultazione tra 15 settembre e 15 novembre 2014. Come partecipare alla consultazione. Vai all’articolo

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur