Immissioni in ruolo 2015. Fioroni: inserire anche TFA speciali (30.000) e precari ATA (28.000)

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo per il 2015: per l’ex Ministro Fioroni mancano gli insegnanti abilitati con TFA speciali e i precari Ata, altre 58.000 unità di personale. Nessuna menzione per altre categorie di abilitati: TFA, docenti con diploma magistrale conseguito entro a.s. 2001/02, laureati SFP dopo a.a. 2010/11.

Immissioni in ruolo per il 2015: per l’ex Ministro Fioroni mancano gli insegnanti abilitati con TFA speciali e i precari Ata, altre 58.000 unità di personale. Nessuna menzione per altre categorie di abilitati: TFA, docenti con diploma magistrale conseguito entro a.s. 2001/02, laureati SFP dopo a.a. 2010/11.

La condizione essenziale – sottolinea il deputato PD – affinchè possano essere realizzate le immissioni in ruolo previste nell’opuscolo La Buona Scuola – sarà quella di rimuovere la norma incostituzionale voluta dal sottosegretario Gianfranco Polillo in Finanziaria, che istituendo l’organico funzionale per la rete di scuole lo contingenta: il numero dei docenti non è più una variabile del numero degli alunni ma delle risorse disponibili.

Questo è anche quello che Forza Italia individua come punto debole "Forza Italia ricorda che nel 2012, durante il Governo Monti, venne introdotto il principio dell’organico funzionale o dell’autonomia, ma anche in quel caso il MEF non diede l’autorizzazione per l’assunzione di 50.000 nuovi docenti: la Ragioneria dello Stato disse che non c’erano risorse e che le si sarebbe potute reperire solo con nuove tasse!"

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 136mila

"Tuttavia – prosegue l’ex Ministro in una intervista a Italia Oggi – non basta assumere i 150 mila docenti delle Graduatorie ad esaurimento e dei concorsi.

Restano fuori tutti coloro che hanno fatto i Tfa speciali, i cosiddetti invisibili, sono 30 mila docenti che meritano una risposta. Così come i precari Ata, altri 28 mila."

Dunque, altre 58mila unità di personale. Lasciarli fuori significherebbe "avere figli e figliastri"

Tuttavia va detto che la situazione è ben più complessa di quella delineata dall’ex Ministro, che dimentica intere categorie di insegnanti abilitati, ugualmente iscritti nella seconda fascia delle graduatorie di istituto, come TFA, docenti con diploma magistrale conseguito entro a.s. 2001/02, laureati SFP dopo a.a. 2010/11.

Secondo i calcoli (al lordo) del Ministero si tratterebbe di circa 70.000 docenti. Questi insegnanti, nel disegno di Fioroni, dove verrebbero collocati? Nè è pensabile che gli abilitati fuori dalle graduatorie siano solo 30.000. E quindi quale ratio guiderebbe la scelta, ammesso che ci fosse la possibilità di autorizzare 200.000 immissioni in ruolo? ( 150 mila immissioni in ruolo: I fondi non ci sono ancora. FI decisamente contraria, ma a chiederlo è l’Europa )

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri