Immissioni in ruolo, FLCGIL: anche da graduatorie di istituto. Simulazione 244mila posti liberi

di redazione
ipsef

La FLCGIL propone un nuovo sistema di reclutamento, per coprire i posti vuoti dopo lo scorrimento delle GaE e delle graduatorie dei concorsi.

Inizio anno scolastico 2019/20 potrebbe essere drammatico

Le immissioni in ruolo del personale della scuola hanno bisogno di una revisione, quella che fino ad oggi il legislatore ha avuto il timore di avviare.

Le graduatorie esistenti potrebbero non riuscire a coprire tutti i posti vacanti che ci saranno a settembre 2019, soprattutto se decollerà il progetto di Pensioni quota 100.

La FLCGIL ha presentato oggi in conferenza stampa l’idea di una sistema di reclutamento più snello, che trasformi in graduatorie provinciali le graduatorie di istituto.

Assunzioni anche dalle graduatorie di istituto

Un sistema che permetterebbe di assumere anche da queste nuove graduatorie, prima i docenti in possesso di abilitazione e poi i docenti con tre anni di servizio, previo formazione per l’abilitazione o specializzazione per il sostegno.

I docenti neoassunti potrebbero essere così in cattedra già da settembre 2019.

Difficilmente – afferma infatti Francesca Pascarella ai nostri microfoni – vedremo i concorsi espletati entro luglio, e si aggiunga anche il corposo contenzioso che si sta sviluppando che potrebbe mettere in crisi anche la tenuta stessa del concorso.

114mila supplenze nell’a.s. 2018/19

Sulla base dei dati a disposizione al termine delle operazioni di nomina in ruolo e di supplenza annuale – afferma  FLC – risultano non assegnati oltre 114.000 posti fra docenti, educatori e ATA (la situazione più instabile è quella dei docenti per i quali sono ben 90.000 i posti in organico di diritto e fatto destinati a supplenza da graduatoria d’Istituto)”.

Bisogna inoltre tenere in considerazione l’effetto che Quota 100 potrebbe avere per la scuola, in quanto interesserebbe un numero elevato di persone.

Ci sono i presupposti – conclude la FLC CGIL – per un piano straordinario di stabilizzazione e per gettare le basi per una programmazione delle risorse a lungo termine, in modo da garantire la continuità didattica e la continuità lavorativa.

Le proposte della FLCGIL

1-Piano straordinario di stabilizzazione
2-Concorsi ordinari con scadenza anche annuale
3-Operazione staffetta (part time pensionistico)

Quanti posti liberi per l’a.s. 2019/20

Ne abbiamo parlato con Francesca Pascarella della FLCGIL

Versione stampabile
anief
soloformazione