Immissioni in ruolo scuola secondaria 2021, assegnazione sedi: prima concorso straordinario 2020 e poi STEM

Stampa

I vincitori del concorso per le discipline scientifiche STEM avranno assegnate le sedi dopo gli aspiranti inseriti nelle graduatorie di merito del concorso straordinario 2020. Ecco cosa prevede la bozza delle istruzioni operative ai fini delle immissioni in ruolo a.s. 2021/22.

Concorso STEM

Il concorso STEM è in corso di svolgimento e gli aspiranti, che hanno superato la prova scritta, attendono la convocazione per sostenere quella orale (e pratica per le classi di concorso per cui è prevista), al termine della quale si procederà a stilare le relative graduatorie di merito.

Le suddette graduatorie saranno utilizzate per le assunzioni a.s. 2021/22, a condizione che siano pubblicate entro la data ultima del 30 ottobre 2021, come previsto dall’articolo 59, comma 17, del decreto legge n. 73/2021 (decreto sostegni-bis).

Ricordiamo che il concorso STEM, bandito con DD n. 826/2021, conseguente al decreto sostegni-bis, discende dalla procedura concorsuale ordinaria di cui al DD n. 499/2020, che è stata anticipata (con il predetto DD 826/2021), ai fini della copertura delle numerose cattedre vacanti e disponibili, per le seguenti classi di concorso: A020 “Fisica”; A026 “Matematica”; A027 “Matematica e Fisica”; A028 “Matematica e Scienze”; A041 “Scienze e tecnologie informatiche”.

I posti vacanti e disponibili, relativi alle sopra riportate classi di concorso e alla procedura ordinaria in genere, ai sensi del DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, vanno suddivisi al 50% con i posti destinati al concorso straordinario 2020 (sino a concorrenza – ossia sino all’assegnazione – dei 32.000 posti banditi). Al riguardo, la bozza delle istruzioni operative prevede specifiche indicazioni. Prima di parlarne, ricordiamo da quali graduatorie si attingerà per le immissioni in ruolo a.s. 2021/22 nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Scuola secondaria

Le immissioni in ruolo nella scuola secondaria avverranno, nel rispetto del contingente autorizzato dal MEF, attingendo per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento (GaE) e per il 50% dalle graduatorie di merito concorsuali (GM).

Nell’ambito del 50% dei posti destinati alle GM, si attingerà dalle medesime (GM) secondo l’ordine e le percentuali di seguito riportate:

  1. GM 2016: tutti i posti vacanti e disponibili destinati ai concorsi;
  2. GM 2018: per l’a.s. 2021/22 il 100% dei posti, anziché l’80%, al netto dei posti destinati al concorso 2016; quindi si procede ad assumere dalle GM 2018, soltanto se residuano posti non attribuiti dalle GM 2016;
  3. Fascia aggiuntiva GM 2018, se residuano posti dalla predetta GM 2018;
  4. GM 2020: al termine delle immissioni in ruolo da GM 2016 e da GM 2018 (compresa la fascia aggiuntiva), come prevede il DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, i posti residuati da tali procedure (compresa la quota non assegnata dalla GaE e confluita nella quota assegnata ai concorsi) sono suddivisi al 50% tra il concorso straordinario 2020 (di cui trattasi) e il concorso ordinario di cui al DD n. 499/2020. Per l’a.s. 2021/22, le GM del predetto concorso ordinario disponibili possono essere soltanto quelle del concorso ordinario STEM (DD n. 826/2021), se pubblicate entro il 30 ottobre 2021. Pertanto, se residuano posti dalle GM 2018 (compresa la fascia aggiuntava), relativamente alle classi di concorso A020, A026, A027 A028 e A041, le disponibilità sono ripartite al 50% tra GM 2020 (nel limite dei 32.000 posti banditi) e il concorso ordinario STEM (nel limite dei 6.129 posti banditi). L’eventuale posto dispari è assegnato al concorso ordinario STEM.

Al termine delle suddette operazioni ordinarie di immissione in ruolo da GaE e GM, qualora residuino posti vacanti e disponibili, al netto dei posti destinati ai concorsi ordinari di cui al DD 498/2020 (scuola infanzia e primaria) e al DD 499/2020 (scuola secondaria), si procederà ad attivare la procedura straordinaria di assunzione da GPS prima fascia e dai relativi elenchi aggiuntivi. Per tale procedura, come leggiamo nella bozza delle istruzioni operative, è necessario un apposito provvedimento.

Posti assegnati a GM 2020 e GM STEM

Come detto sopra, per l’a.s. 2021/22, qualora residuino posti al termine delle immissioni in ruolo da GM 2016 e da GM 2018 (compresa la fascia aggiuntiva), gli stessi posti, relativi alle classi di concorso A020, A026, A027 A028 e A041, sono suddivisi al 50% tra GM 2020 (sempre nel limite dei 32.000 posti banditi) e GM concorso ordinario STEM (sempre nel limite dei 6.129 posti banditi).

Nella bozza delle istruzioni operativa si prevede che “le sedi sono assegnate agli aspiranti inseriti nelle graduatorie delle classi di concorso della procedura STEM successivamente alle altre immissioni in ruolo e prima delle nomine da GPS“.

Alla luce dell’ordine sopra riportato e di quanto scritto nella predetta bozza, le sedi saranno assegnate prima agli aspiranti inseriti nelle GM del concorso straordinario 2020 e poi, anche  in considerazione della tempistica, agli aspiranti inseriti nelle GM STEM.

Solo in seguito, come detto sopra, e solo se la procedura sarà attivata, si assegneranno le sedi agli aspiranti inseriti nelle GPS.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur