Immissioni in ruolo Quota 100, vincolo quinquennale in un solo caso

di redazione

item-thumbnail

Le immissioni in ruolo su posti Quota 100 partiranno nei prossimi giorni per tutti gli ordini scuola. Gli Uffici Scolastici pubblicheranno appositi avvisi per la procedura telematica. 

I posti a disposizione saranno suddivisi al 50% tra GaE e graduatorie dei concorsi (2016 e 2018).

Le operazioni potranno interessare sia infanzia e primaria che la scuola secondaria.

Le graduatorie utili sono:

  • GaE
  • Concorso 2016 infanzia e primaria
  • Concorso 2018 infanzia e primaria
  • Concorso 2016 secondaria
  • Concorso 2018 secondaria

I posti da scegliere sono quelli del 2019

I posti su cui saranno effettuate queste immissioni in ruolo straordinarie sono quelli corrispondenti ai pensionamenti Quota 100, cioè posti che avrebbero dovuto essere liberi e disponibili già il 1° settembre ma che si sono liberati successivamente.

Pertanto le sedi sono già definite. Solo nel caso in cui ci sia stata contrazione di organico e il posto sia andato perso, sarà possibile assegnare un posto dell’organico 2020/21.

Inoltre quella sede non sarà assegnata se ci sarà da tutelare un docente sovrannumerario con diritto al rientro nella sede di titolarità, ma bisognerà cercarne un altro.

I docenti neoimmessi in ruolo con questa procedura straordinaria non potranno partecipare alla mobilità per l’anno scolastico 2020/21 ma chiariamo che solo una categoria di docenti avrà il vincolo quiquennale: Si tratta dei docenti della scuola secondaria di I e II grado individuati dalle graduatorie del concorso abilitati 2018 (ex FIT).

Tutti gli altri docenti potranno presentare domanda di mobilità il prossimo anno scolastico per il successivo.

4.500 docenti assunti su posti Quota 100 entro primi di giugno, non dovrebbero rimanere cattedre non assegnate. Nuove FAQ

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione