Immissioni in ruolo: quando l’idoneo entro ed oltre il 10% diventa vincitore

WhatsApp
Telegram

Ai docenti collocati entro il 10% di idonei nella Graduatoria di merito spetta il ruolo nel triennio di vigenza delle graduatorie? A prescindere o sulla base di alcune considerazioni?

Riprendiamo un nostro recente articolo Immissioni in ruolo idonei oltre il 10% limitata a coprire i posti banditi. Interesserà soprattutto regioni del Nord in cui l’On. Ghizzoni (PD) ha fatto chiarezza sulle immissioni in ruolo, in particolare sui casi in cui si potrà scorrere la graduatoria oltre il 10% di idonei, misura quest’ultima contenuta nel parere sulla delega su formazione iniziale e reclutamento e che entro il 17 aprile dovrà avere l’ok dal Parlamento.

Afferma l’on. Ghizzoni “Nelle aree del Paese dove costoro non siano in numero sufficiente (in particolare al Nord), accederanno ai posti disponibili coloro i quali hanno superato positivamente le due prove previste dall’ultimo concorso 2016 (i cosiddetti “idonei”), ma che non si sono collocati nella fascia dei vincitori.”

Questa misura fa ovviamente riferito sia agli idonei che si sono collocati entro il 10% che coloro che sono oltre tale limite.

Ossia, come da bando “Il candidato utilmente collocato nella graduatoria di cui all’articolo 9 e in regola con la prescritta documentazione è assunto, secondo 1’ordine di graduatoria, ai sensi e nei limiti delle ordinarie facoltà assunzionali, nei ruoli di cui all’articolo 1, comma 66 e ai sensi del comma 109, lettera a) della Legge”

Pertanto il docente idoneo, sia entro il 10% che oltre risulta vincitore – alla luce delle modifiche apportate – quando ci sono ancora posti da attribuire, ossia i vincitori sono in numero inferiore al posto dei numeri banditi oppure in seguito allo scorrimento delle varie classi di concorso docenti collocati in più graduatorie lasciano posti liberi.

L’assunzione del docente idoneo, che ha superato tutte le prove ma non rientra nel numero dei vincitori (corrispondente al numero dei posti banditi), non è dunque garantita. C

i saranno classi di concorso e regioni in cui si andrà ben oltre il 10% ed altre in cui ci si fermerà ai vincitori. La stessa On. Ghizzoni ha preannunciato che il ricorso agli idonei avverrà in particolare nelle aree del nord del Paese.

Il senso del parere è quello di un utilizzo razionale di docenti che hanno mostrato il loro valore professionale nelle prove concorsuali, evitando situazioni di posti liberi e docenti non assumibili perchè collocati oltre il 10% di idonei fissato dalla legge 107/2015. Ma, ripetiamo, la misura non è una “sanatoria” per l’assunzione di tutti gli idonei.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?