Immissioni in ruolo personale ATA, quest’anno saranno solo 10mila ma i posti vacanti sono quasi tre volte di più: Anief pronta a ricorrere al giudice

WhatsApp
Telegram

Il ministero scopre la carte anche sulle assunzioni a tempo indeterminato del personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola: oggi l’amministrazione ha comunicato ai sindacato che il MEF ha autorizzato un contingente di assunzioni nei ruoli a tempo indeterminato del personale amministrativo, tecnico e ausiliario di solo 10.116 unità a fronte di 27.704 di posti in organico di diritto, comprensivo delle unità da destinare alla trasformazione da tempo parziale a tempo pieno di n. 54 unità a tempo parziale immesse in ruolo in base all’articolo 58, comma 5-sexies, decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, e all’eventuale scorrimento delle graduatorie della procedura selettiva di cui al medesimo disposto normativo. Sono tantissime le discrasie segnalate dal sindacato.

Anief, ha sottolineato che, in realtà si stabilizzerà solo il 36% dei posti vacanti e disponibili che attualmente sono 27.704. Nell’anno scolastico precedente sono stati stabilizzati il 45% su 26.653 di posti vacanti e disponibili, quindi ancora in meno. “È l’ennesima offesa gratuita e palese discriminazione con le autorizzazioni delle immissioni in ruolo dei docenti rivolta al personale ATA – commenta Marcello Pacifico, presidente naizionale Anief -. Riteniamo che, sia stato fatto un gioco poco corretto, perchè le graduatorie permanenti per le immissioni in ruolo del personale Ata ci sono è questo è l’ennesima conferma che la politica del risparmio viene fatta sempre e comunque sulla pelle del personale Ata. Siamo pronti a procedere con ricorsi al giudice”.

Le assunzioni in ruolo avranno decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022 e decorrenza economica dalla data di effettiva presa di servizio. Nel predetto DM viene detto che le assunzioni di cui ai commi precedenti sono effettuate sui posti che risultano vacanti e disponibili per l’intero anno scolastico. Le assunzioni in ruolo avranno decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022 e decorrenza economica dalla data di effettiva presa di servizio.

LA RICHIESTA DELL’ANIEF

Anief ha chiesto al Ministero dell’Istruzione quante unità ha richiesto al MEF e le motivazioni fornite dal MEF in caso di diniego, in quanto in genere i contingenti sono di concerto tra il MI e il MEF. Il Direttore Generale Filippo Serra ha affermato che in estrema sintesi il MEF ha autorizzato i posti che, si sono resosi liberi in quiescenza dell’anno scolastico precedente e che non era stato possibile richiedere in quanto l’INPS non aveva certificato le persone in pensione e il contingente di quest’anno scolastico . Quindi il MEF ha autorizzato tutti i posti richiesti dal dicastero dell’Istruzione.

Il Direttore ha illustrato anche i relativi posti da DSGA della Campania che risultano 71 unità da concorso 2020 per le stituzioni Scolastiche normo dimensionate su 600 alunni. I posti dei Collaboratori Ex LSU stabilizzati part time ai sensi dell’art. 58 , comma 5- sexies, decreto legge 21 giugno 2013, n. 69 debbono essere trasformati a tempo pieno. E’ stata segnalata una anomalia nel DM all’articolo 2 , il quale recita che al personale è assegnata la sede definitiva nell’anno scolastico 2023/24 nella prvincia di immissione in ruolo. Le OOSS hanno fatto presente che questo articolo contravviene a quanto stabilito dalla OM 45 del 25 febbraio 2022 e precisamente all’art. 34 del CCNI 2022.

La ripartizione dei contingenti decisi dal MI sono a livello regionale, seguirà una Nota da parte del Ministero per gli USR con indicazioni di massima per contingenti provinciali. Le ripartizioni provinciali spettano ai Direttori degli USR con possibilità di modificare le indicazioni generali pervenute dal Ministero. Le date apertura delle funzioni non sono ancora definite in quanto il Ministero è in attesa il Decreto firmato dal Consiglio dei Ministri. Saranno aperte le funzioni per tutti gli altri profili professionali Ata inclusi anche i DSGA su base provinciale per scelta scuole.

Le procedure delle immissioni in ruolo anche per gli Ata come per le GPS saranno svolte tramite IOL (Poli Istanze on line ). Permangono importanti criticità sugli organici ATA. I Contingenti sono del tutto insufficienti, mancano 17.588 unità all’appello per un buon funzionamento delle scuole ed è obsoleto continuare a calcolare l’organico sia sul mero numero degli alunni che a sostituire il mero turnover. Anche per quest’anno scolastico Anief ha nuovamente richiesto una revisione delle tabelle di calcolo in quanto permane una grave carenza delle risorse umane.

Il direttore Filippo Serra, in merito alle discrasie segnalate da ANIEF ha affermato che la norma per le immissioni in ruolo del personale Ata sono materia del legislatore e di conseguenza allo stato dell’ arte attuale non si può procedere con la copertura totale dei posti vacanti e disponibili richiesti ma bensi solo alla copertura dei posti in quiescenza.

Anief rileva che molti plessi scolastici sono su più piani e il collaboratore scolastico è colui che deve garantire in primis sicurezza e sorveglianza e con queste poche unità di immissioni è veramente una missione complessa. Non è mancato di sottolineare come delegazione, che vista la situazione pandemica che ci investe da oltre un anno e con numerosi alunni diversamente abili frequentanti le Nostre scuole della penisola ci aspettavano maggiori immissioni in ruolo nel profilo professionale dei collaboratori scolastici.

Anief, ha fatto presente che il contingente di immissioni in ruolo dei DSGA non coprirà l’intero fabbisogno dei posti vacanti e disponnibili e quindi come da oltre vent’anni si ricorrerà ad utilizzare FFDSGA per usarli e gettarli come fossero una roba vecchia senza nessuna prospettiva di progressione di carriera.

L’anno scorso, sempre il diretto Filippo Serra si era preso l’impegno di fissare un incontro con le parti delle OOSS alle fine di agosto per iniziare un confronto sulla situazione dei FFDSGA e a tutt’oggi stiamo ancora aspettando tale incontro. Anief, ha puntualizzato sull’organici degli assistenti tecnici che nonostante sono qualcosa 1000 unità (vittoria tutta Anief) , sono anch’essi insufficienti perchè molti Istituti di Scuola Secondaria di Secondo grado sono sprovvisti di questo organico come Licei Socio psico pedagogici.

Inoltre, la delegazione Anief ha ribadito e sottolineato che da oltre un ventennio la categoria Ata ha subito tagli per circa 30mila unità in meno in organico di diritto, con carichi di lavoro e competenze nell’espletamento delle proprie funzioni al di fuori del collocamento delle qualifiche professionali. Al termine dell’incontro, il Ministero si è riservato di verificare il contingente perchè dalle tabelle illustrate risultava un numero inferiore rispetto ai 10.116 previste nel DM delle unità di immissioni in ruolo A breve verranno pubblicate le circolari e contingenti autorizzati divisi per profili professionali, per regioni e indicazioni ministeriali per contingenti provinciali che potranno subire variazione a seconda degli USR. La richiesta da parte di tutti i sindacati presenti è di emettere una Nota agli USR in cui inviano le parti sindacali alla informativa die contingenti provinciali.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur