Immissioni in ruolo infanzia e primaria 2022: GaE, graduatorie concorsi e GPS sostegno

WhatsApp
Telegram

Le immissioni in ruolo nella scuola dell’infanzia e primaria, per l’a.s. 2022/23, avverranno attingendo da diverse graduatorie, cui sono destinate differenti percentuali di posti disponibili. Fasi, ordine e percentuali. 

Premessa

Alcune indicazioni sono già presenti nella normativa e hanno un assetto stabile ormai da anni. Altri aspetti andranno chiariti nei prossimi mesi, ma è bene cominciare a ragionare su priorità e fasi.

Posti residui a.s. 2021/22

Premettiamo che i posti residuati dalle assunzioni a.s. 2021/22  svolte con fase ordinaria da GaE e GM e fase straordinaria da GPS, fatti salvi quelli destinati al concorso ordinario 2020 in corso di svolgimento, sono indisponibili per le assunzioni 2022/23, oltre che per la mobilità dei docenti di ruolo, perché da assegnare ai docenti vincitori del nuovo concorso straordinario 2021 con prova disciplinare entro il 15 giugno 2022. (vedi di seguito).

Assunzioni in due fasi

Anche per l’a.s. 2022/23, per le immissioni in ruolo nella scuola dell’infanzia e primaria (e anche secondaria) è prevista una fase straordinaria di assunzioni in ruolo, che segue quella ordinaria:

  1. la fase ordinaria, secondo quanto previsto dall’articolo 399, comma 1, del D.lgs. 297/94 avviene attingendo per il 50% dalle Graduatorie ad esaurimento (GaE) e per il 50% dalle graduatorie di merito concorsuali (GM);
  2. la fase straordinaria, secondo quanto indicato dall’articolo 59/4 del DL 73/2021, convertito in legge n. 106/2021, come novellato dal decreto milleproroghe, avviene attingendo dalle GPS sostegno I fascia e relativi elenchi aggiuntivi (quest’anno non sono previste assunzioni da GPS prima fascia posto comune).

Fase ordinaria

Immissioni in ruolo da GaE e GM

Nell’ambito della fase ordinaria, come detto sopra, le immissioni in ruolo avvengono attingendo per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento e per il 50% dalle graduatorie di merito concorsuali.

Nel caso in cui:

  • la graduatoria di un concorso (per titoli ed esami) sia esaurita e rimangano posti ad esso assegnati, questi si aggiungono a quelli assegnati alla corrispondente GaE; tali posti vanno reintegrati in occasione della procedura concorsuale successiva (articolo 399, comma 2, D.lgs. 297/94, per tutti i gradi di istruzione);
  • la graduatoria ad esaurimento sia esaurita o non sufficientemente capiente, per i posti ad essa assegnati si procede a nomina dalle graduatorie concorsuali (art. 17/1 del D.lgs. 59/2017 per la scuola secondaria e art. 4, comma 1-ter, del DL 12 n. 87/2018, convertito in legge n. 96/2018 per la scuola dell’infanzia e primaria).

Assunzioni da GM 

Nell’ambito del 50% dei posti destinati alle GM, ai fini delle assunzioni nella scuola dell’infanzia e primaria, si attinge dalle medesime (GM) secondo l’ordine e le percentuali seguenti:

  1.  GM concorso ordinario 2016: tutti i posti vacanti e disponibili destinati ai concorsi; Alcune graduatorie del concorso saranno scadute, per cui mantengono il diritto solo i vincitori.
  2. GM concorso straordinario 2018 (più eventuale fascia aggiuntiva): il 50% dei posti disponibili al netto dei posti destinati alle GM 2016 (quindi il 50% dei posti residuati dalle assunzioni da GM 2016), come previsto dall’articolo 4, comma 1-quater, del DL n. 87/2018, convertito in legge n. 96/2018 [ in sostanza si procede ad assumere dalle GM 2018, soltanto se residuano posti non attribuiti dalle GM 2016, posti dei quali solo il 50% è destinato  alla procedura in esame (GM 2018); ricordiamo che il decreto sostegni-bis, lo scorso anno, aveva incrementato tale percentuale innalzandola al 100%];
  3. GM concorso ordinario 2020 (se le GM saranno pronte): il 50% dei posti residuati dalle assunzioni da GM 2016 (quindi i posti che restano dalle GM 2016 sono suddivisi a metà tra concorso straordinario 2018 e ordinario 2020) e comunque i posti rimasti vacanti dopo le assunzioni di cui ai punti precedenti.

Recupero posti concorso 2020

La quota di posti destinata al concorso ordinario 2020 (il 50% dei posti  residuati dalla GM 2016), per le assunzioni a.s. 2022/23 (se le GM saranno pronte), dovrebbe essere maggiore di quella prevista, grazie alla restituzione dei posti ad esso destinati e lo scorso anno assegnati in più alle GaE e alle GM 2018 (cui già il decreto sostegni-bis aveva destinato il 100% dei posti residuati dalla GM 2016), al fine di garantire la massima copertura dei posti destinati alle assunzioni.

Così prevedevano le istruzioni operative fornite per le assunzioni a.s. 2021/22:

Si rammenta infine che, non essendo disponibili le graduatorie di merito dei concorsi ordinari per la scuola dell’infanzia e primaria e della scuola secondaria di I e II grado, gli Uffici, al fine di assicurare la massima copertura dei posti vacanti e disponibili, potranno destinare i posti riservati a tali procedure ove necessario per garantire le immissioni in ruolo dell’anno scolastico in esame da graduatorie concorsuali e da graduatorie ad esaurimento, ferma restando la necessità di registrare il numero dei posti assegnati in eccedenza, ai fini del relativo recupero in occasione delle immissioni in ruolo da concorso ordinario… 

Gli Uffici scolastici, come leggiamo nel passo delle sopra riportate istruzioni operative, hanno registrato i posti in eccedenza da restituire al concorso ordinario 2020 (posto che le GM siano pronte).

In una elaborazione della FLCGIL le regioni in cui sono maggiori le possibilità di assunzione, essendo già esaurite le graduatorie dei precedenti concorsi 2016 e 2018.

Fase straordinaria da GPS sostegno

Il decreto Milleproroghe ha prorogato, per l’anno scolastico 2022/23, la procedura di assunzioni straordinarie dalle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) I fascia, prevista dal decreto sostegni-bis, limitandola ai soli posti di sostegno (lo scorso anno l’assunzione straordinaria era prevista per posti sia comuni che di sostegno).

Al termine delle immissioni in ruolo “ordinarie” da GaE e GM concorsuali, pertanto, qualora residuino posti non assegnati in ruolo (fatti salvi i posti destinati al concorso ordinario 2020, qualora le relative GM non siano pronte per le assunzioni e quindi siano stati già assegnati), si procede alla fase straordinaria di assunzioni, attingendo dalle graduatorie provinciali per le supplenze I fascia sostegno e relativi elenchi aggiuntivi.

Le assunzioni avverranno prima a tempo determinato (nel corso dell’a.s. 2022/23 gli interessati svolgeranno il percorso annuale di formazione e prova e affronteranno una prova disciplinare, se supereranno il predetto percorso) e poi a tempo indeterminato con decorrenza giuridica 1° settembre 2022 ovvero dalla data di inizio del servizio.

Call veloce

Alle procedure di assunzione suddette dovrebbe aggiungersi quella di cui all’articolo 1, commi 17-17septies, del DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, la cosiddetta “Call Veloce”, procedura prevista a decorrere dalle assunzioni a.s. 2020/21 e sospesa per il solo 2021/22 dall’articolo 58, comma 2 – lettera b), del decreto n. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021.

Fatti salvi eventuali provvedimenti di sospensione anche per l’a.s. 2022/23,  la call veloce si svolgerà , tuttavia il MI dovrà chiarire se seguirà le assunzioni da GPS o se le precederà.

Approfondisci

Assunzioni da concorso straordinario 2021

Il concorso straordinario bis previsto dall’articolo 59, comma 9bis, del DL n. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021, come novellato dal decreto milleproroghe 

non sarà proposto per infanzia e primaria, né per i posti di sostegno, quindi non vale per questi gradi di scuola.

Conclusioni

Alla luce di quanto detto, le immissioni in ruolo a.s. 2022/23 sui posti destinati al medesimo anno scolastico, dovrebbero avvenire  nell’ordine:

1. 50% da GaE e 50%da GM concorsuali (secondo le percentuali sopra riportate):

  • GM 2016
  • GM 2018 e GM 2020

2. da GPS I fascia sostegno ed elenchi aggiuntivi (oppure Call veloce, secondo le indicazioni ministeriali)

3.  Call veloce (oppure GPS I fascia sostegno ed elenchi aggiuntivi, secondo le indicazioni ministeriali)

I prossimi mesi saranno decisivi per capire quale trama conferire a questo intreccio, nella speranza che numerosi docenti possano ricoprire un posto a tempo indeterminato dal 1° settembre 2022.

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it