Immissioni in ruolo 2019, i 5.000 posti sono stati tolti dove le Graduatorie sono vuote. I motivi

Stampa

Dopo che il Mef ha dato il via libera autorizzando un numero inferiore di posti rispetto a quello richiesto dal Ministero, sono stati dettati i criteri per riequilibrare i posti per le assunzioni.

Contingente

Il Mef, come riferito, ha autorizzato non 58627 posti, come chiesto dal Miur, ma 53627 a causa del calo demografico registrato negli ultimi anni.

Il contingente per regione, provincia e classe di concorso è stato suddiviso tenendo conto dei posti disponibili dopo la mobilità dei docenti di ruolo, ma anche l’effettiva disponibilità di aspiranti in graduatoria, con un occhio alla popolazione scolastica.

Regioni e posti con meno immissioni in ruolo

Le regioni penalizzate dal taglio sono state quelle in cui si è registrato il maggior calo demografico. Quanto alle tipologie di posto, invece, vi saranno meno immissioni, in particolare, su posti di sostegno.

E’ stata fatta questa scelta perché comunque si tratta di posti corrispondenti a graduatorie vuote, quindi in ogni caso quei posti sarebbero rimasti scoperti.

Alcuni posti naturalmente potrebbero essere tagliati anche sulle classi di concorso, sempre rispettando lo stesso criterio. 

I posti divisi per regione

Tutti i dati

 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia