Immissioni in ruolo, il 79% dei posti è stato coperto. Valditara: “L’anno scorso solo il 47%. Abbiamo 15mila posti vacanti in meno”

WhatsApp
Telegram

Un inizio di anno scolastico con dati migliori rispetto agli anni scorsi per quanto riguarda le immissioni in ruolo. La conferma arriva dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

“I dati quest’anno sono certamente migliori rispetto lo scorso anno, afferma Giuseppe Valditara ministro dell’Istruzione e del Merito intervenuto ad Agorà Estate in onda su Rai 3 – per quanto riguarda le immissioni in ruolo abbiamo realizzato una copertura dei posti pari al 79,9%, relativamente ai posti autorizzati l’anno scorso era solo del 47,4%, le nomine in ruolo effettuate sono state 2.813 in più rispetto allo scorso anno”.

“Così come abbiamo avuto 15.920 posti vacanti in meno e anche per quanto riguarda i supplenti, abbiamo un ricorso a supplenti per coprire l’organico di diritto pari al 10,9%, l’anno scorso fu del 15%, un abbattimento di un terzo”, aggiunge.

“Questo è stato possibile innanzitutto grazie ad una forte azione di semplificazione le cito dato per quanto riguarda le immissioni in ruolo il tempo passato da un docente online è diminuito di circa il 35%, per quanto riguarda le istanze fatte da un supplente il tempo è stato abbattuto del 50%, – spiega Valditara – i supplenti hanno potuto presentare la domanda da remoto e non recandosi direttamente a scuola tante novità tra cui anche una istituto la mini call veloce che ha consentito di recuperare soprattutto per quanto riguarda il sostegno una serie di posizioni in più rispetto allo scorso anno”.

Immissioni in ruolo, Valditara: “Assunti 40.619 docenti, 2.813 in più dello scorso anno. Supplenti? Saranno poco più di 130 mila”

Immissioni in ruolo, è guerra di cifre tra Ministero e sindacati. Pascarella (Flc Cgil): “Ecco perché c’è una lettura sbagliata dei dati” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri