Immissioni in ruolo: graduatorie concorso in stand by per l’esito delle prove suppletive

Stampa

L’USR Emilia Romagna infatti, in relazione alle classi di concorso per le quali non ci sono ricorrenti ammessi alle prove suppletive, scrive

” Sono dichiarati vincitori i candidati utilmente collocati nella graduatoria nel limite massimo dei posti messi a bando maggiorati del 10%, ai sensi dell’art. 400, c. 15 del d.lgs. 297/1994 come modificato dall’art. 1, c. 113, lett. g della legge 107/2015.”

E la graduatoria, trascorsi i tempi necessari per i ricorsi, diventano definitive.

Ma in altre, come ad es. la graduatoria A023 è corredata dall’Avviso ” Si richiama l’attenzione sulla circostanza che, in relazione a tale classe di concorso, sussiste la presenza di ricorrenti ammessi, con provvedimenti giurisdizionali cautelari favorevoli, a sostenere prove suppletive”

Nulla è detto circa la collocazione (a pettine o in coda, in quanto non esistono indicazione nei bandi di concorso) degli eventuali vincitori, ma il problema esiste e gli USR cominciano ad adottare i provvedimenti consequenziali all’espletamento delle prove.

Naturalmente le prove suppletive non riguardano tutte le classi di concorso e tutte le regioni, e anche i candidati sono in numero differente a seconda le regioni. Concorso scuola docenti: elenchi candidati prove suppletive

Al momento il Ministero si è limitato a definire la timeline per l’espletamento delle prove, senza alcun riguardo ai risultati.

Concorso scuola docenti 2016: prove suppletive ad aprile 2017, si concluderanno entro giugno. Chi può partecipare.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!