Immissioni in ruolo, Giannini: cattedre diminuite in certe regioni a causa della mobilità straordinaria

Stampa

Risponde così il Ministro Giannini alle polemiche scattate in questi giorni da parte di alcuni sindacati che hanno visto un calo di posti per le assunzioni in alcune regioni.

“La carenza di posti destinati alle assunzioni in alcune regioni – ha spiegato il ministro Giannini all’ANSA – è dovuta quest’anno alla mobilità straordinaria che ha permesso a tanti insegnanti che per molti anni hanno lavorato lontano dal loro territorio di fare rientro.”

Secondo il Ministro, nei prossimi due anni le cose cambieranno, perché non ci sarà più mobilità straordinaria.

“Stiamo assumendo – ha ricordato – 120.000 insegnanti fra il piano straordinario di assunzioni del 2015 e le immissioni in ruolo di quest’anno. Entro il 2018 saranno 180.000 gli assunti da questo governo nella scuola. I numeri credo dimostrino un impegno importante per dare piu’ stabilita’ alla nostra scuola e al percorso professionale dei nostri docenti”, ha concluso il ministro.

Concorso a cattedra, Giannini: i vincitori saranno tutti assunti

Tutto sulle assunzioni

Stampa

Aggiornamento Ata: Puoi migliorare il tuo punteggio in tempi rapidi: corso di dattilografia a soli 99 euro. Contatta Eurosofia