Immissioni in ruolo GaE infanzia, quante speranze nel 2017

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I docenti delle GaE infanzia sperano che il 2017 possa essere l’anno dell’assunzione a tempo indeterminato.

Una problematica che non è riuscita finora a trovare uno sbocco, dopo la delusione per l’esclusione dal piano straordinario di assunzioni nel 2015 e le assunzioni 2016 sbilanciate a favore degli idonei del concorso 2012 pur di svuotare le graduatorie.

Anni di attesa, di promesse, di rinvii, di speranze tradite, l’ultima, la più cocente Immissioni in ruolo GaE infanzia. Renzi promette potenziamento, a prescindere da esito referendum di cui non si è più saputo nulla, a prescindere dall’esito del referendum.

Arriva adesso, ancora una volta, l’impegno dell’On. Sgambato (PD), che già ad agosto aveva parlato di inserire il potenziamento nei provvedimenti da approvare entro dicembre

“Vorrei rassicurare gli insegnanti iscritti nelle GAE INFANZIA, a me molto cari. Credo, infatti, vi siano dei margini per riuscire ad affrontare finalmente la vostra questione trovando gli strumenti più adatti per procedere ad un maggior numero di assunzioni. Il mio impegno dei prossimi mesi sarà proprio rivolto a questo e per salvaguardare i diritti degli aspiranti DIRIGENTI SCOLATICI, dobbiamo trovare una soluzione che chiuda definitivamente anche la partita dei contenziosi. Finalmente ci sono i margini politici per affrontarla con successo.”

Le speranze riusciranno a trovare finalmente uno sbocco?

Versione stampabile
anief
soloformazione