Immissioni in ruolo estate 2019: nuovi criteri, quali. 100% su posti pensioni

WhatsApp
Telegram

Le immissioni in ruolo dell’a.s. 2019/20 dovrebbero svolgersi entro il 31 luglio 2019. Decisi alcuni dei criteri per la ripartizione dei posti. 

Assunzioni 2019/20: i criteri

Le prossime immissioni in ruolo da svolgere nell’estate 2019 e valide dal 1° settembre 2019 si svolgeranno secondo i criteri definiti in questi giorni in Legge di Bilancio.

Nessun aumento di organico. Gli organici – a meno di ripensamenti – rimarranno invariati, non ci sarà trasformazione dei posti al 30 giugno su sostegno.

Unica novità l’incremento di 2.000 posti alla primaria, che dovrebbero essere destinati prevalentemente alla strutturazione del tempo pieno alla primaria.

Immissioni in ruolo sul turnover. I posti lasciati liberi dai pensionamenti potranno essere utilizzati al 100% sia per docenti che ATA. Lo prevede una disposizione inserita nel decreto legge sulle semplificazioni, già esaminato dal Governo.

I posti vacanti

Per i docenti ci sono già numerosi posti liberi, che potranno essere utilizzati. All’esito delle convocazioni dello scorso anno scolastico i posti rimasti vuoti erano stati  circa 32.000 Vedi tabella

Va detto tuttavia che in questi mesi ci sono state ancora assunzioni (in alcune regioni sono ancora in corso) e fino al 31 dicembre sarà possibile accantonare il posto per il FIT da graduatorie di merito del concorso 2018.

Il conteggio finale potrà quindi essere fatto solo successivamente.

In ogni caso il numero delle immissioni in ruolo potrebbe essere alto. Ancora trepidazione per infanzia e primaria, i docenti sono in attesa dell’esito della nuova sentenza dell’adunanza Plenaria del Consiglio di Stato per l’inserimento nelle GaE.

Titolarità su scuola

Tutti i docenti torneranno ad avere la titolarità su scuola. Attraverso i provvedimenti in esame nella Legge di Bilancio e nel contratto sulla mobilità la modifica verrà approvata prima delle assunzioni.

Vincolo regione di assunzione

Ci sarà il vincolo nella regione di assunzione. Al momento è previsto di tre anni, con i prossimi concorsi sarà innalzato a cinque.

Entro il 31 luglio 2019

E’ volontà del Ministero quello di chiudere le immissioni in ruolo entro il 31 luglio 2019.  Nuovo anno scolastico, Bussetti: docenti assegnati a scuole entro 31 luglio

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Affidati ai nostri esperti per superarlo con successo