Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Immissioni in ruolo, esistono dei casi in cui si può accettare la nomina senza alcuna presa di servizio?

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo. Ormai ci siamo. Le stabilizzazioni sono effettuate attingendo per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento e per il 50% dalle graduatorie di merito concorsuali.

Come segnalato, l’accettazione della nomina, considerato che la procedura è informatizzata, avviene in “automatico”, nel senso che l’assegnazione della provincia-classe di concorso/tipo di posto e successivamente della sede comportano l’accettazione delle medesime

Ci sono delle situazioni, però, in cui il docente può accettare la nomina senza la necessità di alcuna presa di servizio.

Questo è il caso degli insegnanti che non possono assumere servizio perché si trovano in maternità (congedo obbligatorio o interdizione dal lavoro per gravi complicanze della gravidanza). O ancora: gli insegnanti che sono impegnati nel dottorato di ricerca, borsa di studio post-dottorato o assegno di ricerca. Nel secondo caso, il docente deve essere collocato contestualmente in congedo straordinario (con o senza borsa) o in aspettativa non retribuita (assegno di ricerca) dal 1° settembre 2022 e l’assunzione in ruolo è considerata valida a tutti gli effetti senza presa di servizio effettiva.

Preferibile che l’insegnante, al momento dell’assegnazione, faccia subito presente la situazione alla scuola ed evita di aspettare il 1° settembre.

LO SPECIALE DI ORIZZONTE SCUOLA SULLE IMMISSIONI IN RUOLO

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff