Immissioni in ruolo e supplenze, Vannini (Uil Scuola): “In Campania, malgrado i progressi, le criticità rimangono” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Roberta Vannini, segretaria generale della UIL Scuola Campania, durante un recente approfondimento su Orizzonte Scuola TV, ha affrontato la questione delle difficoltà legate alle nomine del personale scolastico.

L’inizio tardivo del sistema ha causato non pochi problemi. Molti posti disponibili al 31 agosto non sono stati assegnati nel primo turno di nomina a causa di rinunce tardive. Vannini sottolinea l’importanza di una comunicazione tempestiva e chiara con i lavoratori, suggerendo la necessità di efficientare il processo negli uffici e di rendere le rinunce immediatamente disponibili nel sistema.

Nonostante qualche progresso rispetto all’anno precedente, sono state evidenziate criticità nell’inserimento delle disponibilità. Riguardo la Campania, pur essendo disponibili 4.419 posti dopo la mobilità, ne sono stati autorizzati soltanto 3.441 per i docenti, e per gli ATA, su 1.549 posti vacanti, solo 564 sono stati autorizzati.

Vannini, nel corso del suo intervento, ha ribadito l’apprezzamento per gli sforzi dell’Amministrazione nella gestione delle difficoltà, ma le complessità legate alle missioni in ruolo, alle percentuali, ai concorsi e alle persone in GAE in Campania hanno aggravato la situazione.

Anche se l’algoritmo per gli incarichi a tempo determinato ha mostrato miglioramenti dopo vari incontri con le organizzazioni sindacali, persistono problemi significativi. Questi includono docenti di ruolo erroneamente chiamati per incarichi a tempo determinato e altri che hanno rinunciato alle posizioni a causa delle sfide economiche e logistiche.

Numerose sono le problematiche riguardanti le riserve e la mancata comunicazione tra le scuole. Alcuni docenti, nonostante avessero una scuola di preferenza, sono stati superati nel sistema.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni