Immissioni in ruolo e supplenze, la Uil Scuola Rua chiede maggiore trasparenza nell’assegnazione delle sedi. Procedura informatica anche per gli Ata

WhatsApp
Telegram

Incontro al Ministero dell’Istruzione e del Merito riguarda la procedura online per le nomine in ruolo e supplenze del personale scolastico.

In apertura di incontro il Ministero ha mostrato i miglioramenti effettuati nelle procedure informatiche relative alle nomine in ruolo e alle supplenze annuali del personale docente, accogliendo diverse osservazioni di semplificazione proposte dalla UIL Scuola Rua negli incontri precedenti.

Entrambe le procedure (nomine in ruolo e supplenze) dovrebbero risultare facilitate nella compilazione riducendo al minimo potenziali errori da parte dei candidati.

Per quanto riguarda le procedure informatizzate a carico delle Istituzioni scolastiche, come più volte sollecitato dalla nostra organizzazione sindacale, l’amministrazione ha provveduto a effettuare interventi di semplificazione e innovazione del sistema informatico, relativamente alla gestione delle assenze del personale, lo stato matricolare, l’inventario, il magazzino e gestione delle utenze.

Per la Uil Scuola Rua, presente Roberta Vannini, è di fondamentale importanza, un raccordo tra amministrazione
centrale e ambiti territoriali affinché questi ultimi siano nelle condizioni di pubblicare le disponibilità delle sedi prima dell’avvio della procedura on line. Tutto ciò consentirebbe di effettuare una scelta consapevole delle sedi da parte degli aspiranti, garantendo una maggiore trasparenza delle operazioni di nomina.

“Abbiamo inoltre chiesto che le procedure di immissione in ruolo e per il conferimento degli incarichi di supplenza, tengano conto delle novità legislative relative all’eliminazione del referente unico, per la priorità della scelta della sede (legge 104/92) in quanto non vi è più il criterio di unicità nell’assistenza a soggetto disabile in situazione di gravità”, spiega l’esponente sindacale.

“A margine dell’incontro abbiamo evidenziato l’esigenza di avviare tutte le verifiche tecniche necessarie per estendere anche al personale ATA una gestione informatizzata delle nomine in ruolo e delle supplenze. Ciò al fine di uniformare le modalità di reclutamento a livello nazionale onde evitare differenze procedurali nei diversi territori”, conclude Vannini.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri