Immissioni in ruolo e supplenze. Diplomati magistrale bloccano nomine a Milano

Stampa

Il Coordinamento Lavoratori della scuola “3 Ottobre” ci informa che in seguito alle contestazioni da parte dei diplomati magistrale, l’Ufficio Scolastico di Milano ha bloccato le procedure di nomina previste per oggi.

Si tratta della rivendicazione da parte dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02, che hanno ottenuto dal giudice l’inserimento in Graduatoria ad esaurimento con riserva, di poter stipulare contratti a tempo determinato e indeterminato, in attesa della sentenza definitiva.

Il Ministero

già il 24 febbraio 2016 aveva inviato agli Uffici Scolastici la nota n.5237 con la quale veniva affermato tale diritto.

Stante la pronuncia cautelare infatti, secondo la nota, l’inserimento in GaE deve avvenire a pieno titolo “dando accesso a tutte le utilità ad essa connaturate e da essa discendenti, ivi incluse la destinazione di proposte di assunzione sia a tempo indeterminato che a titolo temporaneo”.

Il risultato è stato che non tutti gli Uffici Scolastici hanno applicato tale orientamento, costringendo i ricorrenti a richiedere al giudice un decreto di ottemperanza.

Un passo successivo, da parte del Ministero, è stato quello di inserire il diritto alla stipula di contratti a tempo determinato nell’annuale circolare sulle supplenze, diramata il 1° settembre ”

E’ possibile conferire incarichi a tempo determinato con apposizione di clausola risolutiva condizionata alla definizione nel merito del giudizio pendente, ai docenti risultati destinatari di pronunce giudiziali favorevoli del Consiglio di Stato in forza delle quali, il disposto inserimento con riserva nelle graduatorie ad esaurimento o di istituto, risulti configurato dal giudice come pienamente anticipatorio di tutte le utilità ad esso connesse”

Anche in questo caso alcuni Uffici Scolastici fanno orecchie da mercante.

Per quanto riguarda Milano, nel comunicato inviato dai rappresentanti del Coordinamento Lavoratori della scuola “3 Ottobre” leggiamo “i rappresentanti hanno consegnato una richiesta di spiegazioni ufficiale e, insieme agli altri colleghi, hanno rivendicato il diritto all’assunzione denunciando la politica di disparità perpetrata dai dirigenti dell’AT Milano. Tale orientamento si discosta da quello di numerosi ambiti territoriali che, invece, stanno procedendo rispettando le sentenze emesse dai tribunali. Siamo riusciti a bloccare le convocazioni previste per domani e abbiamo ottenuto la garanzia della richiesta da parte dei dirigenti provinciali che vengano concessi dall’amministrazione contratti a tempo determinato.”

Chiediamo ai colleghi di tenerci informati degli orientamenti degli altri Uffici Scolastici, scrivendo a [email protected]

Supplenze docenti e ATA a.s. 2016/17. Nomine e sanzioni, delega, spezzoni pari o inferiori a 6 ore. La circolare Miur

Tutto sulle supplenze

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur