Immissioni in ruolo docenti, dovevano essere molte di più: per Anief il dato positivo è il ritorno della “call veloce”

WhatsApp
Telegram

“Sono meno di un quarto le 94mila immissioni in ruolo da attuare nella prossima estate rispetto ai posti vacanti e disponibili: il sindacato Anief ha in compenso chiesto ed ottenuto dal ministero dell’Istruzione il ripristino della call veloce, perché permetterà anche di essere assunti in una provincia diversa rispetto a quella in cui si è inseriti nella rispettiva graduatoria”.

A dirlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, il sindacato che in corrispondenza dell’annuncio del contingente delle assunzioni a tempo indeterminato da parte del ministero dell’Istruzione ha subito denunciato l’esiguo numero, assieme al mancato utilizzo, ai fini della stessa abilitazione, di tutte le graduatorie dei precari e la conseguente sicura mancata assegnazione di una parte consistente delle cattedre destinate dal Mef alle immissioni in ruolo.

 

In Piemonte, ad esempio è assodato che le assunzioni a tempo indeterminato sicuramente non si faranno per alcune classi di concorso. Sulla complessa procedura, sempre Anief ha realizzato 28 FAQ esplicative per rispondere al ginepraio di precedenze, deroghe, riserve ed eccezioni che riguardano tanti docenti precari aspiranti all’immissione in ruolo. Proprio per ridurre al massimo la mancanza di candidati, il sindacato ha chiesto il ritorno, dopo due anni, della “chiamata veloce”.

 

“Si tratta di una procedura temporanea “molto importante – commenta Marcello Pacifico durante un’intervista radiofonica ad Italia Stampa – perché permetterà ai precari” che daranno la loro disponibilità a spostarsi di essere assunti in ruolo “anche in un’altra provincia e dopo l’anno di prova poi comunque di presentare la domanda di mobilità ai sensi del vigente contratto. In questo modo – conclude il sindacalista leader dell’Anief – diventerà quindi più facile poter essere assunti anche in un’altra regione e successivamente rientrare in quella di provenienza”.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur