Immissioni in ruolo docenti da GPS, la maggior parte dei posti riguarda il sostegno

Stampa

Immissioni in ruolo docenti per l’anno scolastico 2021/22: la fase preparatoria si apre con una importante novità, una misura straordinaria per l’assunzione dei docenti anche dalla prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze GPS, sia per posto comune che sostegno. Si tratterà di una procedura concorsuale che prevederà assunzione a tempo determinato, anno di formazione, prova in cui dimostrare l’idoneità. La misura è inserita nel Decreto sostegni bis, varato il 20 maggio dal Consiglio dei ministri e che adesso procederà con l’iter parlamentare.

Immissioni in ruolo docenti 2021/22

Saranno inizialmente utilizzate tutte le graduatorie esistenti: GaE, concorso 2016 e concorso 2018, sia per infanzia primaria che secondaria. Per la secondaria di primo e secondo grado si aggiungeranno le graduatorie del concorso straordinario di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020, integrate con tutti i candidati che hanno superato la prova con almeno 56/80.

Sempre per la secondaria dovrà svolgersi, con graduatorie pronte entro il 31 agosto 2021 (avanziamo già da ora delle riserve sulla tempistica) un concorso per le discipline STEM: Matematica, Fisica, Matematica e Fisica, Scienze e tecnologie informatiche: circa 3.000 posti.

Si procederà naturalmente alle assunzioni anche dalla fascia aggiuntiva al concorso 2018, nonché alla call veloce.

Assunzioni da GPS per i posti ancora vacanti dopo la fase ordinaria

Sui posti  vacanti, che sicuramente rimarranno (il Ministero afferma di aver analizzato a fondo il quadro delle cattedre vacanti e anche del personale utile per coprirle presente nelle graduatorie esistenti), il piano prevede l’assunzione

  • dalla prima fascia GPS sia su posto comune che sostegno

Pochi docenti nella prima fascia GPS posto comune, si punta al sostegno

Il passaggio non è sfuggito ai docenti precari che, poche ore dopo la pubblicazione del testo, non mancano di mettere in rilievo che le GPS di prima fascia posto comune non sono poi così “popolate” di docenti precari, anche perché negli ultimi anni non ci sono stati percorsi di abilitazione. L’ultimo risale al TFA 2014, e in ogni caso la maggior parte di questi docenti è inserita anche nelle graduatorie dei concorsi 2016/2108 e quindi potrà usufruire della fase ordinaria di immissione in ruolo.

Ma il Ministero su questo punto è chiaro

“Per le ulteriori cattedre che risulteranno ancora vacanti, sarà previsto, sia per i posti comuni che per il sostegno, a cui sarà data particolare attenzione, un percorso concorsuale che prevede l’assunzione a tempo determinato di docenti abilitati e specializzati presenti nella prima fascia GPS (Gradutorie Provinciali per le Supplenze) che abbiano, oltre al titolo, anche almeno 36 mesi di servizio negli ultimi dieci anni: alla fine dell’anno di formazione dovranno sostenere una prova di fronte ad una commissione esterna alla scuola dove hanno prestato servizio. In caso di valutazione positiva, saranno assunti a tempo indeterminato. Alla prima fascia GPS potranno iscriversi anche coloro che avranno completato il loro percorso di specializzazione sul sostegno entro il prossimo 31 luglio.”

Dunque particolare attenzione (leggasi il numero più ampio di posti disponibili, ma questa non è una sorpresa, dato che nel 2020/21 a fronte di 21.453 posti utili per le assunzioni in ruolo sono stati assegnati solo 1.657 ruoli perché mancavano i candidati in graduatoria ) sarà data alle assunzioni su posti di sostegno. E nelle graduatorie GPS di prima fascia sostegno i docenti in possesso di almeno tre annualità di servizio negli ultimi dieci anni (più l’anno in corso) ci sono, eccome.

Costoro avranno la possibilità di una assunzione straordinaria, che prevede il percorso concorsuale come delineato dal Decreto Sostegni bis e dalle eventuali modifiche che potranno essere apportate nell’iter parlamentare.

Immissioni in ruolo 2021 straordinarie: da GPS prima fascia posto comune e sostegno per docenti con tre anni di servizio. [VIDEO GUIDA E TESTO PDF]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur