Più di 40mila docenti neoimmessi in ruolo da settembre 2023: i numeri per regione. Nomine ancora in corso [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo docenti per l’anno scolastico 2023/24. Il contingente autorizzato è di 50.807 posti, che il Ministero ha ripartito a livello regionale con allegato B, mentre la ripartizione per classe di concorso e provincia spetta agli USR in base alle percentuali spettanti alle varie graduatorie. Le ultime due fasi sono: la mini call veloce da GPS sostegno e le surroghe per scorrimento delle GaE e concorsi per coprire i posti delle rinunce.

Autorizzati 50.807 posti

Il numero massimo di immissioni in ruolo, a livello nazionale, era previsto di 50.807 posti su 81mila liberi .

Il Ministero ha richiesto al MEF un numero “razionale” di assunzioni 2023/24 in modo da farlo coincidere con la reale  copertura dei posti in base alle presenze nelle varie graduatorie.

Qualche passaggio  – ad es. la call veloce ordinaria – non è andato bene, per cui non tutti i posti al momento risultano coperti anche se sono in corso le surroghe per coprire i posti rimasti vuoti per rinuncia.

Le surroghe

Sui posti lasciati vuoti (la rinuncia alla nomina è definitiva e irrevocabile; pertanto, i candidati che presenteranno la dichiarazione di rinuncia non saranno oggetto di ulteriori successivi scorrimenti della medesima graduatoria ai fini dell’immissione in ruolo, né per l’anno scolastico 2023/24 né per gli anni scolastici successivi) si procede infatti con le surroghe, ossia lo scorrimento di GaE e concorsi fino al completo esaurimento dei posti a disposizione.

Immissioni in ruolo docenti 2023, ci saranno ancora nomine dopo il 31 agosto: quando si prenderà servizio. Quale la decorrenza dell’assunzione

I numeri delle immissioni in ruolo per regione

Lo scorso 3 settembre, nel corso di una intervista al Corriere, il Ministro Valditara ha fornito i primi numeri delle immissioni in ruolo docenti per l’anno scolastico 2023

“Abbiamo assegnato il 79,9% dei posti autorizzati dal Mef contro il 47,4 dello scorso anno. Restano vuoti 40.404 posti a fronte di 56.324 dell’anno scorso. Per il sostegno la chiamata dalle graduatorie delle supplenze ha funzionato anche se restano 66 mila posti assegnati a insegnanti non di ruolo. “

Emilia Romagna – Sono state quasi 5.000 le immissioni in ruolo, di cui oltre 1600 su posti di sostegno (autorizzate 5.476). Dei docenti immessi in ruolo, oltre 2.000 sono quelli di candidati in posizione utile nelle graduatorie di merito di procedure concorsuali e nelle graduatorie ad esaurimento. I rimanenti 3000 docenti saranno immessi in ruolo al superamento dell’anno di formazione e prova.

Lombardia
Personale Docente:
9.066 docenti selezionati per assunzione a tempo indeterminato e determinato attraverso vari canali (autorizzate 11.654)
421 docenti individuati per assunzioni a tempo indeterminato post rinunce.
2.021 docenti hanno ricevuto assegnazioni provvisorie.

Molise: In Molise, con una nota dell’ufficio scolastico, si rende noto che è stato effettuato il 100% delle immissioni in ruolo su quelle autorizzate: 21 da GM 2016, 13 da GAE, 2 da GM 2018, 58 da GM 21/22, 8 da GPS Sostegno e 7 da call veloce. Gli incarichi a tempo determinato sono a Campobasso 644 posti, mentre a Isernia sono 194.

Piemonte: I docenti immessi in ruolo sono 3.507 (autorizzati 3.727): 2.246 immissioni in ruolo su posti comuni e 1.261 su posti di sostegno

Numeri della mini call veloce sostegno

Immissioni in ruolo docenti 2023: com’è andata?

Potrebbero rimanere vacanti circa 10mila posti rispetto a quelli autorizzati, che potrebbero confluire nel nuovo concorso PNRR

La sintesi di Italia Oggi “Delle 50.807 assunzioni che potevano essere fatte per quest’anno scolastico 10mila sono andate deserte, nonostante le immissioni in ruolo realizzate siano state, sia in termini assoluti che percentuali, più alte dello scorso anno: 40.619 su 50.807 autorizzate contro le 37.806 su 79.815 del 2022/2023, con un tasso di copertura dunque del 79,9% di oggi rispetto al 47,4% di un anno fa. Risultato possibile grazie alla migliore programmazione del contingente, la semplificazione e informatizzazione delle procedure”.

Concorso straordinario bis

Non tutte le procedure si sono concluse in tempo utile neanche per le assunzioni in ruolo 2023/24. Si procederà ancora nel corso dell’anno scolastico. 

Dopo la nomina

Immissioni in ruolo 2023, docente con partita IVA può sottoscrivere contratto o deve prima chiuderla?

Immissioni in ruolo 2023: se il docente dovrà svolgere anno di prova non potrà accettare supplenze con art. 36

Immissioni in ruolo e supplenze 2023, attività compatibili e non con l’insegnamento. Alla firma del contratto liberi da altri impieghi

Vincolo triennale docenti

Per i docenti assunti dall’anno scolastico 2023/24 si applicano i seguenti vincoli previsti dal decreto PA pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 22 aprile 2023

  •  permanenza nella scuola di assunzione (ove svolgono il periodo di prova), nel medesimo tipo di posto/classe di concorso, per tre anni, compreso l’anno di prova (pertanto, possono presentare domanda dopo i citati tre anni). Il vincolo non si applica nei casi di sovrannumero o esubero e ai docenti con grave disabilità ovvero che assistono un soggetto con grave disabilità, a condizione che la situazione di disabilità personale ovvero di assistenza a soggetto con grave disabilità si verifichi successivamente al termine di presentazione delle domande di partecipazione al relativo concorso;
  • durante i tre anni di blocco, i neoassunti possono comunque presentare domanda di assegnazione provvisoria e/o utilizzazione nella provincia di titolarità. I predetti docenti, inoltre, possono accettare supplenze al 30/06 e al 31/08 per una classe di concorso o tipologia di posto diverse da quella di titolarità, per le quali abbiano titolo.

Ai docenti assunti da GPS sostegno prima fascia ed elenco aggiuntivo  si applica un vincolo ancora più restrittivo, non essendo prevista la deroga per legge 104.

Concorso straordinario bis, il vincolo triennale al trasferimento rimane anche nel decreto PA

Cancellazione dalle graduatorie

Bisogna dar conto anche di un’altra novità prevista nel DL 44/2023. Il docente che supera l’anno di prova sarà cancellato da ogni altra graduatoria di merito di istituto o a esaurimento in cui è inserito. I dettagli

La normativa per l’anno scolastico 2023/24

DECRETO di autorizzazione dei posti

ALLEGATO A istruzioni operative agli Uffici scolastici

Allegato B distribuzione regionale del contingente

I posti dei pensionamenti comunicati in ritardo non saranno disponibili

La consulenza

E’ possibile inviare un quesito a [email protected] (non è assicurata risposta individuale, ma la trattazione di tematiche generali). E’ possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Immissioni in ruolo

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto