Immissioni in ruolo docenti 2023 FASE 2: scelta scuola per neoassunti. Come si compila domanda. GUIDA PER IMMAGINI

WhatsApp
Telegram

I docenti interessati sono al momento impegnati nella presentazione, tramite Istanze Online, delle domande per l’assunzione in ruolo. Disponibile la seconda domanda finalizzata alla scelta delle sede: guida per immagini alla compilazione dell’istanza.

Qui tutte le info sulle immissioni in ruolo ordinarie: graduatorie interessate, ordine di scorrimento e percentuali di posti spettanti …

Immissioni in ruolo ordinarie 2023/24

Per partecipare alle operazioni di immissioni in ruolo, gli aspiranti inclusi in GaE e GM presentano due distinte istanze, previa convocazione da parte degli USR, nell’ordine:

  1. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze provincia-classe di concorso/tipo posto”, a partire dal 10 luglio 2023 (data indicativa del MIM rispetto al periodo in cui gli Uffici competenti potranno aprire l’istanza); Cosa indicare nello specifico nella domanda
  2. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede”,  a partire dal 17 luglio 2023 (data indicativa del MIM rispetto al periodo in cui gli Uffici competenti potranno aprire l’istanza). Cosa indicare nello specifico nella domanda

Chi è convocato per la prima domanda e chi per la seconda (caratteristiche AVVISI USR) – Cosa succede se non si presenta l’istanza

Premettendo che le date di presentazione sono indicate dai rispettivi USR, vediamo come procedere alla compilazione della seconda domanda, inoltrata dai soli candidati che, all’esito della prima istanza, abbiano avuto assegnati provincia/classe di concorso/posto (le immagini di seguito riportate sono riprese dalla guida pubblicata dal MIM) e devono perciò indicare le preferenze di sede.

Seconda domanda

Premettiamo che la domanda si compone delle seguenti sezioni: Dati personali; Preferenze Sede; Scelta Comune; Tipi disponibilità; Priorità di cui alla legge n. 104/92; Riepilogo (a tali sezioni si aggiungono: per la scuola primaria “Scelta preferenze scuola primaria“; per i docenti individuati su sostegno, “Scelta preferenze per i tipo posti di sostegno“).

Ai fini della compilazione, una volta effettuato l’accesso alla pagina riservata di Istanza Online (con credenziali SPID, CIE, eIDAS, CNS), scorrere sino alla domanda di interesse “Informatizzazione Nomine in Ruolo – Espressione preferenze sede“, quindi cliccare su “Vai alla compilazione”:

Si  apre una pagina informativa, letta la quale, cliccare su “Conferma lettura“:

Si accede alla pagina con l’Elenco turni di convocazione e le relative province/classe di concorso/tipo posto, per i quali si stati individuati nella fase precedente, all’esito della prima domanda (in tale pagina, nello specifico, si visualizzano: i turni di convocazione ai quali partecipare; il periodo nel quale inoltrare la domanda; la provincia della domanda; l’insegnamento; lo stato della domanda che può essere “Da inserire”, “Inserita e non inoltrata”, “Inoltrata”; l’eventuale file PDF, se la domanda è stata già inoltrata). Ai fini dell’inserimento della domanda, cliccare sull’ icona accanto al turno (nell’immagine vedi n. 1); fatto ciò il sistema prospetta una maschera di conferma della presentazione della domanda:

Si apre, quindi, una schermata (prima sezione Dati personali)con l’indicazione della nomina ottenuta all’esito della prima domanda. In tale schermata è possibile procedere alla rinuncia alla nomina (cui dedicheremo un articolo a parte), qualora non sia più interessati (vedi freccia e riquadro rossi):

Nella stessa schermata (come si vede dall’immagine sopra riportata), come detto sopra, si visualizzano (qualora non si proceda alla rinuncia) i dati personali (modificabili dall’area riserva di IOL raggiungile dall’istanza stessa (vedi immagine precedente “Modifica dati”); per procedere alla compilazione, cliccare su “Successivo”:

Si apre la successiva sezione Preferenze Sede, ove ricercare e aggiungere le preferenze di interesse; ai fini della ricerca della scuola, è obbligatorio inserire il Comune (facoltativo, invece, l’inserimento del codice meccanografico e della descrizione della scuola); una volta effettuata la ricerca, il sistema prospetta le scuole del comune indicato; quindi, selezionare le scuole di  interesse e cliccare su “Aggiungi selezionati”; nella guida il MIM sottolinea che non c’è un limite alle scuole da inserire (lo stesso procedimento, prima descritto, è da seguire per l’inserimento di tutte le preferenze di interesse):

Nella parte inferiore della schermata si visualizzano le preferenze inserite; per modificarne l’ordine, tenere selezionata l’icona a sinistra delle preferenze scelte, in corrispondenza della colonna sposta selezione, quindi selezionare e trascinare la preferenza da spostare, rilasciandola nella posizione desiderata (per cancellare  una preferenza inserita, invece, cliccare sull’icona del cestino a sinistra della medesima):

Per la sola scuola primaria, oltre a quella sopra riportata (“Preferenze Sede”), il sistema presenta la sezione Preferenze scuola primaria, ove indicare l’ordine di gradimento tra posto comune e posto di lingua inglese:

Inserite le preferenze secondo quanto sopra indicato, cliccare su Successivo (vedi immagine sopra riportata); si apre la sezione Scelta comune, ove indicare un Comune (della provincia), che sarà considerato come quello di partenza, qualora non si sia soddisfatti per le preferenze espresse, per cui il sistema assegnerà la sede secondo il principio di viciniorietà (partendo proprio dal predetto comune indicato); indicato il predetto Comune, cliccare su Salva e poi su Successivo:

Si apre la sezione Scelta preferenze per i tipo posti di sostegno, presente per i soli aspiranti individuati per i posti di sostegno (DH, CH …) e ove indicare l’ordine di preferenza dei predetti tipi di posto. A tal fine, selezionare l’icona a sinistra dei tipo posto, quindi selezionare e trascinare il tipo di posto che si vuole spostare, rilasciandolo nella posizione desiderata; fatto ciò cliccare su Successivo:

Si apre la sezione Tipi disponibilità, ove è possibile indicare (la compilazione è facoltativa) la disponibilità ad accettare la nomina per cattedre esterne e/o serali e/o carcerarie e/o licei europei e/o ospedalieri (nella guida il MIM evidenzia che l’elenco dei tipi disponibilità è completo di tutte le disponibilità opzionali, anche se non relative al grado di istruzione di interesse. All’aspirante saranno assegnate le sole eventuali disponibilità richieste, fermo restando che, nel caso in cui non venga nominato su nessuna delle preferenze espresse, il sistema procederà all’assegnazione d’ufficio); cliccare su Successivo:

Si apre la sezione Priorità di cui alla legge n.104/92, che va compilata dai soli aspiranti che beneficiano della predetta legge 104/92, che dà priorità nella scelta della sede [hanno priorità nella scelta della sede (qui tutte le necessarie condizioni) i docenti di cui: all’art. 21 della L. 104/92  (aspiranti con disabilità e con un grado di invalidità superiore ai due terzi o con minorazioni iscritte alle categorie prima, seconda e terza della tabella A annessa alla legge n. 648/1950); all’art. 33/6 della L. 104/92 (aspiranti con disabilità grave); all’articolo 33, commi 5 e 7, della L. 104/92 (aspiranti che assistono soggetti con disabilità grave: figlio, tutela legale, fratello/sorella nel caso i genitori del soggetto con grave disabilità siano scomparsi ovvero totalmente inabili; coniuge; genitore (ricordiamo al riguardo che è stato abolita la figura del referente unico per cui, ad esempio, più figli possono assistere lo stesso genitore)]. Una volta indicato il possesso della priorità nella scelta della sede, tutti gli elementi presenti nella sezione vanno indicati obbligatoriamente; quanto alla documentazione attestante il beneficio (leggi qui per la documentazione necessaria per i soggetti con disabilità personale, qui per chi presta assistenza; i due articoli linkati riguardano la mobilità, ma la documentazione da allegare è la medesima, considerato che al riguardo le istruzioni operative rinviano al CCNI sulla mobilità), si può procedere ad allegare alla domanda un unico documento informato PDF o se necessario creare una cartella compressa (nel caso si voglia sostituire il  documento allegato è necessario caricarne un altro in sostituzione). Compilata la sezione e allegata la prevista documentazione, cliccare su “Salva”:

Poi cliccare su “Successivo”

Si apre la sezione Riepilogo, ove è possibile verificare la correttezza dei dati inseriti precedentemente e modificarli tramite l’apposita funzione; dopo aver verificato i dati inseriti, bisogna confermarli tramite il tasto Inoltra (vedi n. 1 immagine seguente), cliccando sul quale il sistema chiede conferma dell’inoltro; per confermare occorre prendere visione dell’informativa sulla privacy e cliccare nuovamente su Inoltra (vedi n. 2 immagine seguente), così la domanda sarà inoltrata:

Dopo l’inoltro, si ha la possibilità di visualizzare il PDF della domanda, cliccando su “Scarica PDF”, domanda che viene salvata nella sezione “Archivio” dell’area riservata di IOL ed anche inviata all’indirizzo/i e-mail noto/i a sistema:

Una volta inoltrata, la domanda si può modificare soltanto annullando l’inoltro; in tal caso, dunque, bisogna annullare l’inoltro, modificare i dati di interesse e poi inoltrare nuovamente la domanda (NB: ciò soltanto entro il termine di presentazione dell’istanze medesima). A tal fine, si deve accedere alla pagina dov’è presente l’Elenco turni (vedi sopra), quindi cliccare su Vai al Dettaglio alla destra della
domanda inoltrata e poi su Annulla inoltro (in basso a destra); fatto ciò, il sistema chiede conferma di annullamento dell’inoltro, per confermare il quale cliccare su Procedi:; a questo punto l’inoltro è annullato (il PDF della domanda, precedentemente salvato nell’archivio documentale, verrà marcato come “Annullato”):

Ricordiamo che chi non presenta l’istanza avrà assegnata una sede d’ufficio, in coda a coloro i quali hanno presentato regolarmente domanda.

Rinuncia: link mail

Per completezza di informazione, ricordiamo che dopo l’assegnazione della sede è possibile rinunciare all’immissione in ruolo, cliccando sul link presente nella mail di individuazione inviata all’interessato (vi dedicheremo un apposito articolo). 

Immissioni in ruolo docenti 2023, ecco come si svolgeranno. Novità per compilazione della domanda [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta