Immissioni in ruolo docenti 2023 FASE 2, rinuncia alla nomina con la seconda domanda o dopo l’assegnazione della scuola. GUIDA PER IMMAGINI

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo 2023, docenti individuati per l’immissione in ruolo all’esito della prima domanda: se non più interessati, possono rinunciare con la seconda istanza ovvero dopo l’assegnazione della sede.

Qui tutte le info sulle immissioni in ruolo ordinarie: graduatorie interessate, ordine di scorrimento e percentuali di posti spettanti …

Immissioni in ruolo ordinarie 2023/24

Per partecipare alle operazioni di immissioni in ruolo, gli aspiranti inclusi in GaE e GM presentano due distinte istanze, previa convocazione da parte degli USR, nell’ordine:

  1. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze provincia-classe di concorso/tipo posto”, a partire dal 10 luglio 2023 (data indicativa del MIM rispetto al periodo in cui gli Uffici competenti potranno aprire l’istanza); Cosa indicare nello specifico nella domanda
  2. domanda “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede”,  a partire dal 17 luglio 2023 (data indicativa del MIM rispetto al periodo in cui gli Uffici competenti potranno aprire l’istanza). Cosa indicare nello specifico nella domanda

Chi è convocato per la prima domanda e chi per la seconda (caratteristiche AVVISI USR) – Cosa succede se non si presenta l’istanza

Premettendo che le date di presentazione sono indicate dai rispettivi USR, vediamo come procedere per rinunciare alla nomina ottenuta, all’esito della prima istanza (con la quale sono assegnati provincia/classe di concorso/posto), compilando la seconda domanda oppure dopo l’assegnazione della scuola, all’esito della predetta seconda domanda.

Rinuncia nomina con seconda domanda

Come detto sopra, la seconda domanda è presentata dagli aspiranti che, all’esito della prima istanza, hanno avuto assegnati provincia/posto ovvero classe di concorso, ossia sono stati individuati quali destinatari di nomina in ruolo. Qualora non si sia più interessati al ruolo, si può rinunciare compilando e inoltrato la predetta domanda. Ecco come.

Una volta effettuato l’accesso alla pagina riservata di Istanza Online (con credenziali SPID, CIE, eIDAS, CNS), scorrere sino alla domanda di interesse “Informatizzazione Nomine in Ruolo – Espressione preferenze sede“, quindi cliccare su “Vai alla compilazione”:

Si  apre una pagina informativa, letta la quale, cliccare su “Conferma lettura“:

Si accede alla pagina con l’Elenco turni di convocazione e le relative province/classe di concorso/tipo posto, per i quali si stati individuati nella fase precedente, all’esito della prima domanda (in tale pagina, nello specifico, si visualizzano: i turni di convocazione ai quali partecipare; il periodo nel quale inoltrare la domanda; la provincia della domanda; l’insegnamento; lo stato della domanda che può essere “Da inserire”, “Inserita e non inoltrata”, “Inoltrata”; l’eventuale file PDF, se la domanda è stata già inoltrata). Ai fini dell’inserimento della domanda, cliccare sull’ icona accanto al turno (nell’immagine vedi n. 1); fatto ciò il sistema prospetta una maschera di conferma della presentazione della domanda:

Si apre, quindi, una schermata (prima sezione Dati personali) con l’indicazione della nomina ottenuta all’esito della prima domanda. L’aspirante che intende rinunciare deve esprimere tale volontà proprio in tale schermata, cliccando su Rinuncia all’individuazione:

Si viene rimandati nella sezione di riepilogo, dov’è indicato che si sta procedendo alla rinuncia:

Cliccare su Inoltra:

Poi spuntare l’informativa sulla privacy nella finestra prospettata dal sistema e cliccare su Inoltra:

A questo punto, la rinuncia è stata inoltrata (quanto detto si dovrà ripetere per tutti gli eventuali turni di nomina dell’aspirante e quindi per le eventuali graduatorie da cui è stato individuato, fermo restando che voglia rinunciare a tutti ovvero solo a quelli per i quali non sua interessato alla nomina). Ricordiamo che la rinuncia alla nomina, comporta la decadenza dalla specifica graduatoria di individuazione, per cui da tale predetta graduatoria non si potrà più essere assunti in ruolo.

Rinuncia dopo assegnazione sede

Oltre che tramite la compilazione della seconda domanda, è possibile rinunciare alla nomina in ruolo, nell’ambito della seconda fase, dopo l’assegnazione della sede (riguardo alla prima fase, abbiamo già illustrato come procedere alla rinuncia presentando l’istanza ovvero dopo l’assegnazione di provincia/classe concorso/posto).

Al fine suddetto, si deve cliccare sull’apposito link presente nella e-mail, che l’interessato riceve (agli indirizzi indicati su IOL) per essere informato della sede assegnatagli; una volta cliccato sul predetto link, si apre una schermata in cui si informa dell’irrevocabilità della rinuncia e si chiede di confermare, con una spunta, la presa visione di quanto scritto; inserita la spunta, cliccare su Rinuncia:

Si apre una finestra che chiede di confermare definitivamente la rinuncia, quindi cliccare su Procedi:

Il sistema, a questo punto, informa che la rinuncia è stata effettuata correttamente:

Come detto sopra, la rinuncia alla nomina comporta la decadenza dalla specifica graduatoria di individuazione, per cui da tale predetta graduatoria non si potrà più essere assunti in ruolo.

Immissioni in ruolo docenti 2023, ecco come si svolgeranno. Novità per compilazione della domanda [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti 30-60 CFU, apertura straordinaria e full immersion nel mese di luglio. Contatta Eurosofia