Immissioni in ruolo docenti 2022, si parte. USR Sardegna attiva le domande già dal 14 luglio, mancano i numeri

WhatsApp
Telegram

Immissioni n ruolo docenti anno scolastico 2022/23: come già anticipato da qualche giorno il Ministero ha predisposto la guida alla presentazione della domanda per gli aspiranti che saranno convocati, in uno o più turni, per il ruolo. E gli Uffici Scolastici avviano le operazioni propedeutiche.

Mancano però due dati essenziali

  • il numero di immissioni in ruolo che sarà possibile effettuare per l’anno scolastico 2022/23 (il contingente, che dovrà essere autorizzato dal MEF e che secondo le indiscrezioni rilasciate dallo stesso Ministro Bianchi potrebbe essere inferiore rispetto ai posti  vacanti)
  • l’allegato A, con le istruzioni operative sulle graduatorie dalle quali convocare.

E tuttavia gli Uffici Scolastici, in attesa di queste indicazioni, preparano il tutto per gestire le operazioni in modo veloce e organizzato. Si tratta infatti di una procedura complessa, distinta per GaE e concorsi, che coinvolge migliaia di aspiranti, per la quale è necessario avere una esatta ricognizione delle sedi disponibili, dei posti da attribuire ai docenti che usufruiscono della riserva.

La prima fase della procedura riguarderà la scelta della classe di concorso/provincia. La seconda sarà la scelta della sede.

Previsti uno o più turni, a seconda le disponibilità e le eventuali rinunce.

L’avviso dell’USR Sardegna

“Si rende noto che le istanze di partecipazione alla Fase I delle operazioni di immissione in ruolo del personale docente per l’a.s. 2022/23 (fase di scelta della classe di concorso e della provincia di destinazione) mediante lo scorrimento delle graduatorie di merito derivanti dalle procedure concorsuali dovranno essere presentate a decorrere dal giorno 14.07.2022 ed entro e non oltre il giorno 17.07.2022 mediante il servizio Polis – istanze on line.”

Potranno partecipare alla procedura gli aspiranti inseriti nelle graduatorie di merito vigenti alla data di pubblicazione del presente avviso, di seguito indicate:

  •  Graduatorie di merito concorso ordinario 2016 e relativi elenchi aggiuntivi ancora vigenti;
  •  Graduatorie di merito concorso straordinario 2018 e relative fasce aggiuntive;
  • Graduatorie di merito concorso straordinario 2020;
  • Graduatorie di merito del concorso ordinario 2020 pubblicate in tempo utile rispetto all’avviso della presente procedura (incluse le graduatorie STEM di cui al D.D.G. n. 826/2021 ancora capienti)

E tuttavia si consideri che alla data del 14 luglio potrebbero ancora non essere pronte numerose graduatorie del concorso ordinario 2020, che magari invece potranno essere disponibili solo qualche giorno più tardi.

Nel corso della procedura in argomento gli aspiranti potranno indicare, in ordine di preferenza, le classi di concorso (ove l’aspirante sia presente in graduatorie di più classi di concorso) e le province presso le quali desiderano ottenere l’immissione nei ruoli del personale docente.

Le classi di concorso e le province non indicate nell’istanza di partecipazione alla procedura saranno considerate oggetto di rinuncia irrevocabile.

Gli aspiranti presenti nelle graduatorie di merito e collocati in posizione utile per l’assegnazione della provincia di destinazione che non presenteranno domanda entro il termine fissato dall’Amministrazione, saranno destinatari di assegnazione d’ufficio “in coda” rispetto a coloro che avranno provveduto alla regolare presentazione della domanda di partecipazione alla procedura.

Si evidenzia, che durante la procedura in argomento i partecipanti che lo desiderino potranno manifestare la propria volontà di rinunciare alla nomina in ruolo, rinuncia che non può essere sottoposta a termini e/o condizioni e che preclude definitivamente la possibilità di ottenere
l’immissione nei ruoli del personale docente mediante lo scorrimento della graduatoria di merito di appartenenza.

Nel corso della Fase I non sarà possibile utilizzare le precedenze di cui alla Legge n. 104/1992 e s.m.i.

Nell’ipotesi in cui, al termine della Fase I, vi siano rinunce dei posti assegnati, gli stessi non potranno determinare il rifacimento delle operazioni regolarmente definite, ma saranno oggetto di copertura mediante successive procedure di reclutamento che verranno attivate dall’Amministrazione.

Considerato che la Fase I delle operazioni assunzionali si svolge nelle more dell’emanazione del decreto di autorizzazione dei contingenti assunzionali del personale docente di ogni ordine e grado di istruzione per l’a.s. 2021/2122 da parte del M.I., si fa presente che la compilazione
dell’Istanza on line di cui alla medesima Fase non dà, di per sé, diritto all’assunzione; essa, infatti, è condizionata dalla posizione utile occupata nella relativa graduatoria, in ragione del contingente che sarà autorizzato.

L’avviso USR  Sardegna

Gli avvisi degli altri USR

Immissioni in ruolo docenti 2022: ecco le graduatorie dei concorsi in cui ci sono ancora aspiranti da assumere. AGGIORNATO con MOLISE

LO SPECIALE

Immissioni in ruolo 2022/23: domande, graduatorie e procedura assunzione. Cosa fanno docenti GaE, GM e GPS

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur