Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Immissioni in ruolo docenti 2022, idonei concorso ordinario possono presentare domanda per assunzione?

WhatsApp
Telegram

I docenti idonei del concorso ordinario scuola secondaria 2020 possono presentare istanza di partecipazione per le immissioni in ruolo a.s. 2022/23?

Idonei in graduatoria

Il DL n. 36/2022, convertito in legge n. 79/2022, oltre a riformare il sistema di formazione iniziale e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di cui al D.lgs. n. 59/2017, com’è noto, ha previsto l’integrazione delle graduatorie di merito concorsuali con gli idonei, ossia con coloro i quali hanno superato tutte le prove concorsuali (conseguendo il punteggio minimo previsto, ossia 70/100 allo scritto e 70/100 all’orale) ma non sono rientrati nel numero dei posti banditi. Così leggiamo nell’articolo 44, comma 11, della predetta legge n. 79/2022:

Le graduatorie di cui all’articolo 59, comma 10, lettera d) , e comma 15, lettera c), del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, sono integrate, nel limite delle autorizzazioni di spesa previste a legislazione vigente e nel rispetto del regime autorizzatorio di cui all’articolo 39, commi 3 e 3 -bis , della legge 27 dicembre 1997, n. 449, con i candidati risultati idonei per avere raggiunto o superato il punteggio minimo previsto dal comma 15 del medesimo  articolo 59 del decreto-legge n. 73 del 2021».

Gli idonei, dunque, entrano a far parte (ovvero sono entrati a far parte) delle graduatorie di merito del concorso ordinario scuola secondaria, per cui potrebbero avere la possibilità di partecipare alle immissioni in ruolo ordinarie a.s. 2022/23 (quanto al diritto all’assunzione, ne abbiamo parlato in “Concorso ordinario secondaria 2020, idonei entrano in graduatoria di merito. Saranno tutti assunti?”). Concorso ordinario secondaria 2020, molte le graduatorie ripubblicate con idonei

Le citate immissioni in ruolo si svolgeranno secondo la procedura di seguito indicata.

Procedura immissioni in ruolo

La procedura, finalizzata alle immissioni in ruolo ordinarie (50% da GaE e 50% da GM – da queste ultime si attinge secondo un preciso ordine, legato allo svolgimento delle diverse procedure, e secondo diverse percentuali: Infanzia primaria – Secondaria primo e secondo grado), è informatizza e si articola in due fasi, prevedendo la presentazione di due distinte istanze da parte dei candidati, secondo quanto indicato negli avvisi pubblicati dagli Uffici scolastici regionali di riferimento, ove è comunicato anche il  numero di aspiranti che possono presentare istanza (il numero di convocati è superiore al numero di posti da assegnare, in modo da poter far fronte ad eventuali rinunce).

Le due suddette domande si presentano tramite Istanze Online e sono (nell’ordine):

  1. “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze provincia-classe di concorso/tipo posto”: tale prima domanda è compilata per indicare l’ordine preferenziale di province/classe di concorso/tipo di posto (gli aspiranti delle GM scelgono, in ordine di preferenza, le province della regione in cui hanno svolto il concorso, unitamente alla classe di concorso/tipo di posto; gli aspiranti inseriti nelle GaE, invece, non scelgono la provincia, che è quella di inserimento in graduatoria, ma soltanto la classe di concorso/tipo di posto);
  2. Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede”: tale seconda domanda è compilata da chi risulta destinatario di nomina, tramite l’assegnazione della provincia/classe di concorso/tipologia di posto, al fine di indicare l’ordine di preferenza delle sedi/scuole disponibili in cui essere assegnato.

La prima domanda è presentata dai candidati “convocati”, tramite apposito avviso, dall’USR di riferimento, mentre la seconda istanza è presentata solo dai docenti che hanno ottenuto la nomina, ossia cui è stata assegnata la provincia-classe di concorso/tipo di posto.

Quesito

Una nostra lettrice chiede:

La  domanda per la scelta della provincia-classe di concorso/tipo di posto, ai fini dell’assunzione in ruolo, riguarderà anche gli “idonei” (inclusi nelle GM) o i soli “vincitori” del concorso ordinario 2020?

Gli idonei, entrati a far parte delle graduatorie di merito, in linea teorica, possono presentare l’istanza.

Tuttavia tale possibilità dipende dal numero di posti disponibili destinati alla procedura di interesse (concorso ordinario 2020) e dal numero di aspiranti presenti nella GM (nell’ordine, vincitori e idonei): se, per ipotesi, il numero di posti è tale da comprendere anche gli idonei, allora questi ultimi potranno inoltrare la domanda online per la scelta della provincia-classe di concorso/tipo di posto, viceversa non la potranno presentare.

La nostra lettrice, come tutti gli idonei, dovrà monitorare il sito dell’USR di riferimento, che pubblicherà il relativo avviso, nel quale sarà indicato anche il numero di aspiranti, relativo alla classe di concorso, che potrà presentare domanda.

Il Ministero non ha ancora diffuso, ad oggi, la distribuzione del contingente autorizzato – 94.130 posti compresi quelli dello straordinario bis – – per provincia e classe di concorso.

Gli USR tuttavia hanno cominciato a diramare le convocazioni e aprono oggi le istanze per la presentazione della domanda. In ogni caso il numero dei convocati è superiore al numero dei posti disponibili, pertanto la presentazione della domanda non costituisce ancora proposta di assunzione.

Sarà poi l’intreccio tra i posti disponibili e le scelte operate dai convocati a determinare l’assunzione.

Immissioni in ruolo docenti 2022: 94.130 assunzioni, ok del MEF. Ecco da quali GRADUATORIE: 22mila in Lombardia, 5mila in Campania [Scarica i posti per regione]

Ne abbiamo parlato anche con la sindacalista Anief Chiara Cozzetto durante il question time , in risposta ai quesiti dei nostri lettori

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro