Immissioni in ruolo docenti 2022/23: ritorna la Call veloce per essere assunti sui posti residui dalle immissioni

WhatsApp
Telegram

L’innovativa procedura di assunzione in ruolo prevista per la prima volta nell’Estate del 2020, denominata “call veloce”, è prevista anche per le nuove immissioni del prossimo anno scolastico 2022/23?

Call veloce – Di che si tratta

Con il decreto n. 25 dell’8 giugno 2020 il Ministero dell’Istruzione diede avvio alla procedura di Immissione in ruolo in territori diversi da quelli di pertinenza delle graduatorie di appartenenza (c.d. “chiamata veloce”).

Questo inedito meccanismo di assunzione in ruolo è inserito all’ articolo 1 commi da 17 a 17septies del decreto legge 29 ottobre 2019 n 126 convertito con modificazioni dalla legge 20 dicembre 2019 n. 159; in concreto si tratta della procedura di chiamata per l’assunzione a tempo indeterminato di personale docente ed educativo sui posti che rimangono vacanti e disponibili in ciascun anno scolastico dopo le operazioni di assunzione a tempo indeterminato disposte ai sensi della normativa vigente

La “chiamata veloce”:

  • È rivolta al personale già inserito nelle graduatorie utili per le immissioni in ruolo (Graduatorie ad Esaurimento e Graduatorie di merito concorsuali) ma in altra Provincia o Regione rispetto a quella di inserimento delle medesime graduatorie;
  • È “aggiuntiva” rispetto alle ordinarie operazioni di assunzione a tempo indeterminato;
  • È utilizzata unicamente per coprire eventuali posti rimasti vacanti.

Chi ha potuto presentare istanza negli anni scorsi

Per l’anno scolastico 2020/21 hanno potuto presentare domanda tutti i docenti non di ruolo inseriti nelle seguenti graduatorie:

  • DDG 105/2016 Concorso ordinario scuola primaria e dell’infanzia;
  • DDG 106/2016 Concorso ordinario scuola secondaria di I e II grado;
  • DDG 107/2016 Concorso ordinario per i posti di sostegno;
  • DDG 85/2018 Concorso straordinario docenti scuola secondaria;
  • DDG 1546/2018 Concorso straordinario docenti scuola primaria e dell’infanzia;
  • Graduatorie ad esaurimento di ogni ordine e grado.

Per l’anno scolastico 2022/23 altre graduatorie verranno ad aggiungersi

  • graduatorie del concorso straordinario per il ruolo di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020
  • graduatorie del concorso infanzia e primaria di cui al DD n. 498 del 21 aprile 2020
  • graduatorie del concorso secondaria di cui al DD n. 499 del 21 aprile 2020

Cosa bisognava indicare nella domanda?

La regione scelta. Ed anche:

  • la provincia o le province di destinazione (della stessa regione);
  • i posti di interesse e le relative graduatorie di inserimento;
  • l’ordine di preferenza tra le province (se si esprimono più province);
  • l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa (se si concorre per più classi di concorso o per più tipologie di posto).

Chi non può partecipare?

Sono esclusi dalla procedura i docenti già di ruolo o i docenti che saranno destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento nella regione/provincia di inserimento.

Quali sono i vincoli per chi ha accettato l’assunzione in ruolo da call veloce?

Vincolo triennale. Il docente neo assunto non può chiedere:

  • trasferimento provinciale e/o interprovinciale;
  • passaggio di cattedra e/o di ruolo provinciale e/o interprovinciale;
  • assegnazione provvisoria ed utilizzazioni provinciale e/o interprovinciale.
  • incarico a tempo determinato in altro ruolo/classe di concorso [art. 36 del CCNL 2007]

Call veloce 2021/2022 – Non è stata attivata

Il Decreto Sostegni Bis [D.L. 25 maggio 2021, n. 73 convertito, con modificazioni, dalla L. 23 luglio 2021, n. 106] ha sospeso per il 2021/2022 la “call veloce” che permetteva, come già specificato sopra, al personale docente ed educativo di presentare domanda al fine dell’immissione in ruolo in territori diversi da quelli in cui sono inseriti nelle rispettive graduatorie, sui posti rimasti vacanti e disponibili dopo le operazioni di immissione in ruolo.

Call veloce 2022/23: la procedura verrà ripristinata?

Il Decreto Sostegni-bis non ha cancellato la cosiddetta call veloce, ma l’ha solo sospesa per l’a.s. 2021/2022.

Ci sono buone probabilità che la procedura call veloce Docenti 2022/23 verrà effettuata  per due ordini di ragioni:

  • Nulla è accennato nel decreto milleproroghe in via di approvazione alle camere [quindi rimarrebbe pienamente vigente la Legge n. 159/2019]
  • Esiste una bozza/schema di decreto ministeriale che disciplina l’assunzione tramite call veloce dei vincitori di concorso DSGA a partire dal 1 settembre 2022. Pur essendo due ruoli distinti e separati, docenti e DSGA, la direzione sembrerebbe quella evidenziata in premessa, quindi la conferma della procedura Call Veloce per il 2022/23.

Rimane da chiarire un particolare importante: call veloce prima o dopo assunzioni da GPS

Il decreto Milleproroghe recentemente approvato ha prorogato anche per l’anno scolastico 2022/23 l’assunzione da GPS sostegno con supplenza finalizzata al ruolo, sui posti residui dalla fase ordinaria di immissione in ruolo.

La call veloce potrebbe quindi essere considerata la “coda” della fase ordinaria di assunzioni, permettendo ai docenti interessati di occupare i posti che non è stato possibile assegnare per mancanza di candidati nelle relative graduatorie.

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione contrario alla Call veloce sia per Docenti e Dsga. Leggi sotto.

Chiamata veloce Dsga, CSPI: già inefficace per i docenti, serve concorso riservato per facenti funzione. Parere – Orizzonte Scuola Notizie

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur