Immissioni in ruolo docenti 2022/23, domande online: prima scelta provincia e poi scuole. Quali passi compiere

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione avvierà, a breve, le procedure per le immissioni in ruolo a.s. 2022/23. Per partecipare all’assegnazione dei ruoli, gli interessati devono presentare due apposite domande online. Quali istanze? Quali passi seguire?

Contingente

I posi da destinare alle immissioni in ruolo, secondo quanto annunciato dal Ministro Bianchi, dovrebbero essere 65.000. Per avere il numero preciso, tuttavia, è necessario attendere l’autorizzazione del MEF e la pubblicazione del conseguente decreto ministeriale con il contingente per le immissioni in ruolo del personale docente di tutti i gradi di istruzione a.s.2022/23. Aggiornamento 

Aspiranti

Gli aspiranti alle immissioni in ruolo “ordinarie” sono quelli inclusi nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie di merito concorsuali. Le assunzioni, infatti, avvengono attingendo per il 50% da GaE e per il 50% da GM (da queste ultime si attinge secondo un ordine bene preciso e secondo definite percentuali).

Ricordiamo che alla suddetta fase ordinaria di immissioni in ruolo seguirà la Call veloce e la procedura di assunzione straordinaria da GPS prima fascia sostegno, in caso residuino posti vacanti e disponibili.

Domande

Gli aspiranti succitati, ai fini della partecipazione alle immissioni in ruolo, devono presentare due diverse domande, da inoltrare secondo tempistiche differenti:

  1. “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze provincia-classe di concorso/tipo posto”: tale prima domanda è compilata per indicare l’ordine preferenziale di province/classe di concorso/tipo di posto (gli aspiranti delle GM scelgono, in ordine di preferenza, le province della regione in cui hanno svolto il concorso, unitamente alla classe di concorso/tipo di posto; gli aspiranti inseriti nelle GaE, invece, non scelgono la provincia, che è quella di inserimento in graduatoria, ma soltanto la classe di concorso/tipo di posto);
  2. Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede”: tale seconda domanda è compilata da chi risulta destinatario di nomina, tramite l’assegnazione della provincia/classe di concorso/tipologia di posto, al fine di indicare l’ordine di preferenza delle sedi/scuole disponibili in cui essere assegnato.

Nello specifico, presentano la prima istanza e, successivamente, la seconda (previa assegnazione della provincia), gli aspiranti docenti iscritti nelle graduatorie summenzionate ed inclusi nell’intervallo di posizioni indicate dagli Uffici scolastici regionali. A tal fine, i citati USR pubblicano appositi avvisi.

Le domande si presentano tramite Istanze Online, cui accedere con le credenziali SPID, CIE, eIDAS o con quelle dell’area riservata del Ministero dell’Istruzione in corso di validità.

Passi compilazione domande

Sia per la prima che per la seconda istanza, i passi da effettuare per presentare la domanda, come leggiamo nelle guide ministeriali, sono i seguenti:

  • accedere alla pagina principale delle “Istanze OnLine” (home page pubblica del Servizio con le proprie credenziali);
  • compilare la domanda;
  • aggiornare, se necessario, i dati precedentemente inseriti (utilizzando la funzione “Modifica”);
  • inserire, se necessario, i documenti da allegare contestualmente alla domanda;
  • inoltrare la domanda (utilizzando la funzione “Inoltra”). L’inoltro dovrà avvenire entro la data indicata come termine ultimo per la presentazione delle domande. Al momento dell’inoltro, il sistema creerà un documento in formato “PDF”, che verrà inserito nella sezione “Archivio” presente sulla home page, contenente il modulo domanda compilato.

Per verificare la correttezza dell’inoltro, l’aspirante può effettuare le operazioni di seguito indicate:

  1. verificare la ricezione dell’email contenente la conferma dell’inoltro e la domanda in formato PDF;
  2. verificare che accedendo in visualizzazione sull’istanza, la stessa si trovi nello stato “Inoltrata”;
  3. accedere alla sezione “Archivio” presente sulla homepage personale di Istanze online e verificare che il modulo domanda contenga tutte le informazioni.

Nel caso in cui, dopo l’inoltro, l’interessato si accorga di eventuali errori o intenda modificare i dati inseriti, deve procedere nel modo seguente:

  1. annullare l’inoltro;
  2. apportare le modifiche;
  3. procedere con un nuovo inoltro.

Quanto detto, ossia l’annullamento dell’inoltro precedentemente effettuato e il nuovo invio dell’istanza, è possibile entro i previsti termini di presentazione delle domande.

Immissioni in ruolo docenti 2022: la procedura sarà su Istanze online. GUIDA alla scelta della provincia. Avvisi USR

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff