Immissioni in ruolo docenti 2021, scelta della provincia “al buio”: non si conosce ancora quanti posti andranno a ruolo

Stampa

Immissioni in ruolo docenti anno scolastico 2021/22: alcuni USR hanno avviato la fase 1, quella di scelta della provincia e classe di concorso, mettendo in ordine le proprie preferenze. Sarà poi il sistema informatico ad abbinare classe di concorso/provincia in base alle disponibilità di posti per scorrimento della graduatoria. Una procedura complessa, svolta al momento senza conoscere il numero di posti per i quali si concorre.

Non si conosce ancora il contingente

Sono circa 112mila i posti liberi dopo la mobilità dei docenti di ruolo per l’assunzione dei docenti per l’anno scolastico 2021/22

Ecco in totale il numero di posti residui dopo le operazioni:

5.940 infanzia
23.538 primaria
38.884 primo grado
44.329 secondo grado

Tabulato riassuntivo mob. 202122 – II Grado elab. Sistema

Tabulato riassuntivo mob. 202122 – Primaria elab. Sistema

Tabulato riassuntivo mob. 202122 – Infanzia elab. Sistema

Tabulato riassuntivo mob. 202122 – I Grado elab. Sistema

I numeri potrebbero aver subìto qualche modifica in seguito a rettifiche alla mobilità intervenute dopo il 7 giugno ma non ci sono stati grossi stravolgimenti.

Tuttavia, sembra che non tutti i posti saranno coperti dalle assunzioni. Il numero totale potrebbe fermarsi a 70.000.

La decisione finale da parte del MEF è attesa per la prossima settimana.

Nel frattempo alcuni USR hanno aperto i turni di nomina, con l’avvertenza che la compilazione della domanda su Istanze online non equivale a proposta di assunzione, in quanto il numero dei convocati è superiore rispetto ai contingenti attesi per provincia e classe di concorso. Si aspetta.

Tra l’altro, negli scorrimenti di graduatoria, bisogna fare i conti con le RISERVE Alcuni posti infatti andranno a docenti con diritto alla riserva, indipendentemente dal punteggio

Inoltre il Ministero dovrà ancora fornire ulteriori chiarimenti su accantonamento dei posti, sia per l’assegnazione di quelli con retrodatazione giuridica dal 1° settembre 2020, sia per quelli destinati al concorso ordinario STEM, in fase di svolgimento, nonchè per le classi di concorso le cui prove sono state rinviate all’autunno.

I sindacati non sono stati ancora convocati, probabilmente si attende di conoscere la risposta del MEF per elaborare la ripartizione dei posti per provincia e classe di concorso.

Nel frattempo il sindacato CUB ritiene che procedere con la fase 1 delle assunzioni non sia corretto

“La scrivente O.S., preso atto che numerosi Uffici scolastici regionali hanno avviato o stanno per avviare la prima fase delle immissioni in ruolo invitando gli aventi diritto alla scelta informatizzata della provincia, rileva che i docenti interessati non possono correttamente ordinare per gradimento le province poiché non hanno alcuna informazione sulla consistenza dei posti e delle sedi disponibili.

Pare evidente che una fase così delicata di assunzioni a tempo indeterminato avrebbe dovuto avere a monte un contingente chiaro per poter procedere in maniera razionale all’iscrizione sulla piattaforma.

La situazione creatasi è gravemente lesiva degli artt. 1, 3, 4, 36, 97 Cost.: viene violato il fondamentale diritto al lavoro e a relazionarsi con un Amministrazione trasparente, che agisce secondo correttezza e in base al principio di legalità.

I docenti in questione vengono lesi in loro fondamentali diritti perché costretti ad effettuare scelte di preferenza di province “al buio”, senza sapere dove effettivamente siano i posti disponibili e quindi effettuando scelte magari ricadenti su province con nulli o scarsi posti disponibili, senza potersi indirizzare verso situazioni di
maggior disponibilità di posti, situazioni che rischiano quindi di restare scoperte. Per tacere della scarsa trasparenza della situazione in cui avverranno le effettive assegnazioni.

Ad avviso dello scrivente, poi, l’enorme allargamento della platea degli interessati, non potrà che determinare un sovraccarico del sistema informatico, foriero di potenziali blocchi o malfunzionamenti.

Inoltre non è ad oggi chiarito il contingente di disponibilità prodotto dai pensionamenti “quota 100”.”

Immissioni in ruolo docenti 2021: tutte le convocazioni, come si sceglie provincia e scuola [LO SPECIALE]

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti