Immissioni in ruolo docenti 2021, parte la fase 2. Come si scelgono le scuole su Istanze Online, precedenze 104

Stampa

Le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/22, come avvenuto lo scorso anno, si stanno svolgendo in maniera informatizzata.

Domanda scelta sede

La domanda per la scelta delle scuole – come quella relativa all’espressione delle preferenze provincia, classe di concorso/posto – va presentata telematicamente, tramite il portale ministeriale Istanze Online, cui accedere con credenziali SPID o con quelle rilasciate in precedenza.

Presentano la domanda i docenti che hanno avuto assegnata la provincia e la classe di concorso/posto e che quindi sono stati già assunti in ruolo.

La tempistica per la presentazione delle istanze è quella indicata dall’Ufficio scolastico competente per territorio.

Cosa deve fare l’aspirante

L’aspirante, al fine di presentare l’istanza suddetta, deve compiere i seguenti passaggi (come leggiamo nella guida pubblicata dal Ministero):

  1. accedere alla pagina principale di “Istanze online”
  2. compilare la domanda
  3. aggiornare, se necessario, i dati precedentemente inseriti (utilizzando la funzione “Modifica”)
  4. inserire, se necessario, i documenti da allegare alla domanda
  5. inoltrare la domanda (utilizzando la funzione “Inoltra”)

Per verificare se l’inoltro è stato effettuato correttamente, è necessario verificare: la ricezione di una mail contenente la conferma dell’inoltro e la domanda in formato PDF; che, accedendo in visualizzazione sull’istanza, la stessa si trovi nello stato “inoltrata”; che il modulo domanda, presente nella sezione Archivio, contenga tutte le informazioni.

Dopo l’inoltro e sino al termine ultimo di presentazione della domanda (fissato, come detto sopra, dal competente Ufficio scolastico), è possibile:

  1. annullare l’inoltro;
  2. apportare modifiche;
  3. procedere con un nuovo inoltro.

Ai fini dell’inoltro/annullo dell’istanza non è previsto l’inserimento del codice personale.

Espressione preferenze

Una volta effettuato l’accesso all’istanza e letta la pagina informativa, l’aspirante può procedere alla compilazione della domanda per tutti i turni di convocazione per i quali risulta in posizione utile, secondo quanto stabilito dall’USR (tutte le immagini di seguito riportate sono riprese dalla guida del Ministero):

Se l’aspirante non compila la domanda per tutti i turni di convocazione, sarà trattato d’ufficio per i turni per i quali non presenta l’istanza. Per accedere alle varie domande, si deve cliccare su Accedi (vedi immagine sopra riportata).

Dopo aver cliccato su Accedi, si apre la pagina con i dati anagrafici e di recapito; si deve quindi cliccare su Avanti e a questo punto si può compilare l’istanza per esprimere le preferenze di sede (scuole):

Il sistema permette di selezionare la sede scolastica a partire da uno dei comuni della provincia, quello che si preferisce. E’ possibile inserire, oltre al comune che è obbligatorio, il codice meccanografico e/o la denominazione della scuola. Cliccando su cerca, si apre la seguente schermata:

A questo punto, si possono selezionare le scuole che si preferiscono e, cliccando su Seleziona, il sistema le inserisce nella domanda; una volta inserite, è possibile modificare l’ordine di inserimento grazie alle apposite frecce presenti e indicare i diversi tipi di disponibilità (cattedre esterne, serale …); va inserito, inoltre, il comune da cui partire in caso di trasferimento d’ufficio (ciò qualora l’aspirante non venga soddisfatto in nessuna delle preferenze espresse):

(Quanto detto va ripetuto per ciascun turno di nomina)

Riportiamo quanto indicato negli avvisi degli USR (in questo caso Lombardia)

“Si coglie l’occasione per precisare che il sistema informativo prospetterà la possibilità di esprimere tutte le sedi di organico della relativa classe di concorso/tipo posto, a prescindere dall’effettiva presenza di posti disponibili nella singola istituzione scolastica; [….]
Si raccomanda di indicare puntualmente l’ordine di preferenza relativo a tutte le sedi della provincia assegnata. Qualora infatti l’interessato non indichi tutte le sedi previste e non risultino posti disponibili nelle sedi da lui indicate, sarà individuato d’ufficio su una delle restanti sedi: in tal caso, dunque, la mancata indicazione di una o più sedi comporterà inevitabilmente l’assegnazione d’ufficio sulle disponibilità residue rispetto alle assegnazioni di coloro che avranno inviato riscontro.

Parimenti, la mancata compilazione delle preferenze comporterà l’assegnazione d’ufficio su una delle sedi residue. Per evitare assegnazioni d’ufficio che rischierebbero di non rappresentare le reali esigenze soggettive, si invitano quindi tutti gli aspiranti ad esprimere tempestivamente le proprie preferenze di sede.

Si precisa che la sede è assegnata prioritariamente al personale che si trovi nelle condizioni previste dall’art. 21 e dall’art. 33, commi 5, 6 e 7, della legge 104/1992. Pertanto, i candidati che rientrino in tale situazione dovranno inserire nell’istanza online la documentazione comprovante il possesso dei requisiti previsti dall’art. 21 e dall’art. 33, commi 5, 6 e 7 della legge 104/1992, al fine di consentirne la valutazione da parte dell’Ufficio.”

Precedenze legge 104/92

Le precedenze di cui alla legge n. 104/92 operano e possono essere dichiarate (allegando la prevista documentazione) soltanto nelle istanze da presentare in questa fase, mentre non è stato possibile indicarle nelle domande relative alla scelta della provincia, in quanto non previste. Operano, dunque, nella provincia assegnata, se coincidente con quella in cui si usufruisce delle medesime (precedenze).

Gli aspiranti, di cui all’articolo 21 e all’articolo 33 della legge n. 104/92, avranno assegnata la sede prioritariamente (rispetto agli altri colleghi, indipendentemente dal punteggio) nell’ordine seguente:

  1. articolo 21 (aspiranti con disabilità e con un grado di invalidità superiore ai due terzi o con minorazioni iscritte alle categorie prima, seconda e terza della tabella A annessa alla legge n. 648/1950);
  2. articolo 33 – comma 6 (docenti con disabilità grave);
  3.  articolo 33 – commi 5 e 7  (aspiranti che assistono soggetti con disabilità grave).

Gli aspiranti, che usufruiscono di una delle succitate precedenze, dovranno indicarne il possesso, indicare i dati dell’assistito (in caso di assistenza a soggetto con disabilità grave) e allegare la relativa documentazione.

Una volta indicata la precedenza, tutti gli elementi relativi alla sezione Legge 104 sono obbligatori:

Inoltro domanda

Compilata la schermata suddetta, per chi usufruisce delle precedenze:

  • se si clicca su Torna all’elenco turni il sistema riporta sulla schermata dell’elenco dei turni;
  • se si clicca su Salva,  il sistema rimanda il messaggio di Operazione di salvataggio dati eseguita con successo con i dati precedentemente inseriti/aggiornati. La domanda risulterà in stato di Inserita;
  • se si clicca Salva e inoltra, il sistema esegue l’aggiornamento dei dati e l’inoltro della domanda.

Immissioni in ruolo docenti 2021: graduatorie concorsi, GaE e GPS. Convocazioni, come si sceglie provincia e scuola [LO SPECIALE]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur