Immissioni in ruolo docenti 2021/22, sono ancora 55mila i posti non assegnati. A chi andranno, quando e con quale concorso

WhatsApp
Telegram
insegnante

Immissioni in ruolo docenti 2021/22: il MEF ha autorizzato ben 112.473 posti. Di questi, alla data dell’08 ottobre 2021 ne sono stati assegnati 45.286 con la procedura ordinaria (GaE e concorsi) e  11.997 da prima fascia GPS ed elenco aggiuntivo.

SCARICA IL FILE

Rimangono 55.190 posti

Come saranno assegnati? In realtà questi numeri erano già previsti, il Ministero sapeva che non avrebbe potuto assegnare tutti i 112 mila posti con le procedure dell’estate 2021, poiché ci sono numerose graduatorie esaurite, in cui ai posti non corrispondono docenti da poter assumere.

Inoltre, per l’anno scolastico 2021/22 non è stata adottata la call veloce, quindi anche i precari disposti a spostarsi sui posti residui  – e a sobbarcarsi il vincolo triennale  – non hanno potuto accedere a quei posti.

Come saranno attribuiti i posti residui?

Una parte di questi è destinata ai concorsi ordinari banditi nel 2020 e ancora da svolgere (il censimento delle aule informatiche per l’espletamento della prova scritta dovrebbe concludersi il 12 novembre).

Si tratta di 12.863 posti per infanzia e primaria, e 33.000 per la secondaria di primo e secondo grado, da cui sottrarre i 6.109 posti destinati al concorso STEM già svolto in estate con DD n. 826 dell’11 giugno 2021).

Rimangono circa 15.000 posti. 

Su questi posti il Decreto Sostegni bis prevede l’espletamento di un nuovo concorso straordinario. Addirittura il decreto prevede l’espletamento della prova disciplinare entro dicembre 2021, alla quale dovrebbe far seguito un percorso di formazione.

Il nuovo concorso straordinario sarebbe destinato

  • non compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni da GPS/elenchi aggiuntivi 2021/22;
  • che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio nelle scuole statali (valutate come tali ai sensi dell’articolo 11/14 delle legge n. 124/99), anche non consecutive, negli ultimi cinque anni, di cui una specifica, ossia prestata nella classe di concorso per cui si partecipa.

Nuovo concorso straordinario entro dicembre 2021: chi può partecipare, come si svolgerà. LE FAQ

E tuttavia qui le cose si complicano, come dimostrato in questi giorni negli incontri tra Ministero e sindacati.

Il Ministero ha presentato infatti ai sindacati la bozza del decreto che modifica i concorsi ordinari del 2020 già banditi e disciplina i nuovi concorsi (e sulla quale ha già ricevuto il parere favorevole del CSPI) e la bozza di un nuovo concorso ordinario STEM per circa 6.000 posti.

Del nuovo concorso straordinario nessuna traccia. Si farà, non si farà, partirà subito l’ordinario 2020 e poi a ridosso un nuovo ordinario 2022?

I sindacati hanno richiesto di attivare un “confronto” sulla materia del reclutamento.

Si cambierà in corso il reclutamento degli insegnanti? Tante idee e nessuna concretezza finora.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito