Immissioni in ruolo docenti 2020, per il concorso 2018 secondaria si va oltre il limite dell’80% [NOVITA’]

Immissioni in ruolo docenti per l’anno scolastico 2020/21: i posti disponibili saranno ripartiti al 50% tra GaE e concorsi (2016 – 2018). 

Novità per le assunzioni a scorrimento della graduatoria di merito del concorso 2018 per la secondaria DDG 85 del 1° febbraio 2018.

Il 50% dei posti destinati ai concorsi (percentuale che può salire in caso di esaurimento delle corrispondenti GaE) va con priorità a vincitori e idonei del concorso 2016.

A seguire la copertura dei posti disponibili avviene attraverso lo scorrimento delle graduatorie del concorso 2018.

La novità delle immissioni in ruolo 2020/21 per la scuola secondaria è che non si darà ancora seguito a quanto previsto dal DL n. 59/2017, ossia non ci si fermerà alla quota dell’80% per le graduatorie del concorso 2018.

Infatti non essendo a disposizione le graduatorie di merito dei nuovi concorsi 2020, gli Uffici assegnano i posti relativi oltre tale contingente dell’80%.

Gli Uffici Scolastici dovranno registrare il numero dei posti assegnati in eccedenza, per recuperarli negli anni successivi, quando saranno pronte le graduatorie del concorso ordinario.

Analogamente a quanto previsto per la scuola secondaria, anche per scuola di infanzia e primaria, non essendo a disposizione le graduatorie di merito dei nuovi concorsi, in virtù del principio generale della copertura dei posti vacanti e disponibili, gli Uffici assegnano i posti relativi oltre la quota prevista dal decreto-legge sopra richiamato, fermo restando la necessità di registrare il numero dei posti assegnati in eccedenza, ai fini del relativo recupero in occasione delle immissioni in ruolo da concorso ordinario.

Immissioni in ruolo docenti 2020, la tempistica: assunzioni ordinarie entro 27 agosto, da call veloce entro 7 settembre. I particolari

Il contingente delle nomine suddiviso per provincia e classe di concorso

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia