Immissioni in ruolo, decadenza nomina in caso di mancata presa servizio senza giustificato motivo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Immissioni in ruolo 2019/20: chi accetta la nomina e non prende servizio perde il ruolo.

Immissioni in ruolo in corso di svolgimento

Dopo la pausa di Ferragosto, le operazioni di immissioni in ruolo per l’a.s. 2019/20 sono riprese, con i docenti convocati dai vari Uffici Scolastici.

Le assunzioni stanno avvenendo attingendo dalle seguenti graduatorie:

  • graduatorie relative ai concorsi per esami e titoli indetti con D.D.G. 23 febbraio 2016 n. 105, n. 106 e n. 107 (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado);
  • graduatorie relative al concorso straordinario indetto con D.D.G. n. 85 del 1° febbraio 2018 (scuola secondaria di primo e secondo grado);
  • graduatorie relative al concorso straordinario indetto con Decreto Dipartimentale n. 1546/2018 (scuola dell’infanzia e primaria)
  • graduatorie ad esaurimento (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado)

Il contingente autorizzato è stato suddiviso al 50% tra le graduatorie ad esaurimento e le graduatorie di merito dei concorsi,  eccetto i casi di restituzione di posti.

Chi non prende servizio decade dalla nomina

I docenti assunti in ruolo,  considerato che il 1° settembre è domenica, dovranno assumere servizio giorno 2.

Inizio anno scolastico, 2 settembre 2019: chi deve prendere servizio

I docenti, che accettano il ruolo ma poi non prendono servizio, decadono dalla nomina, ai sensi dell’articolo 436, comma 4, del D.lgs. 297/94:

4. Decade parimenti dalla nomina il personale, che, pur avendola accettata, non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito. 

Versione stampabile
anief banner
soloformazione