Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Immissioni in ruolo da concorso, se non mi piace la provincia assegnata posso ritentare il prossimo anno e avere supplenza da GPS?

WhatsApp
Telegram

Immissioni in ruolo docenti anno scolastico 2022/23: tra qualche giorno avranno inizio le operazioni di attribuzione delle cattedre. Il Ministero ha già diramato la guida aggiornata per la presentazione della domanda su istanze online. Tanti però i dettagli ancora da decidere.

Il contingente

E’ il primo importante “dettaglio”. Se, come sembra di capire, non si potranno coprire tutti i posti vuoti perchè il Ministero sta chiedendo al MEF l’autorizzazione per 65.000 posti su 80.000 bisognerà poi aspettare la distribuzione per regione e classe di concorso per capire chi sarà coinvolto dalla procedura.

Ricordiamo che in ogni caso l’USR convocherà un numero di aspiranti maggiore rispetto ai posti per coprire immediatamente eventuali posti vuoti derivanti da rinunce.

Immissioni in ruolo docenti 2022: la procedura sarà su Istanze online. GUIDA alla scelta della provincia. Avvisi USR

Le nomine

ho passato il Concorso Ordinario Docenti Secondaria, ora devo accettare e non posso rifiutare, qualsiasi proposta di ruolo, anche lontano dalla mia provincia? Oppure, scalando la graduatoria, se non trovo nessun posto vicino, nella mia provincia, posso aspettare l’assegnazione dalle GPS e riavere la possibilità di riammissione il prossimo anno?

Il docente convocato, nella gestione della nomina su Istanze online può anche decidere di rinunciare ad una o più province e di dichiarare la propria disponibilità solo per una provincia.

La rinuncia però non comporta ripensamenti: se si rinuncia ad una provincia si rinuncia per sempre alla possibilità di immissione in ruolo, che quindi va a restringersi solo alla o alle province scelte. Se il sistema non trova posto in quelle, non si partecipa più ai ruoli.

Dalla guida alla scelta della provincia per l’anno scolastico 2022/23 (raccomandiamo di leggerla con attenzione prima di compilare la domanda, potrà ancora essere modificata dal Ministero)

“Il sistema prospetterà tutte le province e tutti gli insegnamenti per cui l’utente dovrà esprimere il proprio gradimento ai fini di un’individuazione per le nomine in ruolo.
L’utente dovrà esprimere il proprio gradimento assegnando l’ordine di preferenza, utilizzando le frecce su e giù per spostare gli elementi dell’elenco.
Qualora l’utente non volesse partecipare ai procedimenti riferiti ad una o più delle province/insegnamento, dovrà esprimere la propria rinuncia cliccando sul cestino.
L’utente potrà anche rinunciare a tutte le province/insegnamento e non parteciperà alla fase di elaborazione.”

Quindi rinunciare ad una provincia potrebbe costare l’intera procedura, oppure si è fortunati e il posto c’è proprio nella provincia desiderata per cui la rinuncia sarà mirata. Raccomandiamo di non lasciare nulla al caso ma di studiare bene la disponibilità di posti in relazione alla propria posizione in graduatoria, prendendo in considerazione anche le eventuali riserve.

Se tramite lo scorrimento delle graduatorie non si arriva alla nostra posizione, quindi non si partecipa alla procedura, si rimane in lista per altri scorrimenti oppure per il prossimo anno.

I vincitori del concorso 2020 hanno il ruolo assicurato, ma bisognerà capire in quale anno. Concorso ordinario infanzia e primaria 2020, i vincitori saranno assunti. Ma in alcune regioni ci sono ancora le graduatorie del 2016 e 2018

Quali graduatorie saranno utilizzate

Infanzia primaria 

Secondaria primo e secondo grado

La supplenza da GPS

La rinuncia al ruolo non incide sulle GPS. Rinunciare al  ruolo significa scegliere la vita da precario e ricominciare l’iter per l’assunzione a tempo indeterminato.

L’attribuzione della supplenza da GPS dipenderà dal numero di posti liberi per l’anno scolastico 2022/23, ancora non quantificabili.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur