Immissioni in ruolo: contingenti in ritardo, proposta assunzione rinviata

Stampa

Immissioni in ruolo a.s. 2019/20: gli Uffici scolastici che si erano portati avanti con il lavoro costretti ad uno stop dal mancato invio dei contingenti da parte del Miur. 

Il 26 luglio l’USR Lombardia scrive, a proposito di scuola dell’infanzia e scuola primaria: “Si comunica che  nel corso delle convocazioni in presenza previste per i giorni 30/07, 31/07 e 01/08 non sarà possibile procedere all’individuazione dei destinatari di contratto a tempo indeterminato. In quella sede si chiederà semplicemente l’espressione delle preferenze relative alle province della Lombardia.

Avviso Lombardia

Una situazione, quella del ritardo nell’invio dei contingenti, che preoccupa i docenti.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “si stanno perdendo giorni preziosi, perché poi l’amministrazione scolastica regionale e provinciale, in ultima battuta i dirigenti scolastici tramite graduatoria d’istituto, sarà costretta a fare i salti mortali per convocare i supplenti e coprire le quasi 200mila cattedre che rimarranno scoperte. Anche perché, ricordiamo, si prevede che due posti su tre deputati alle immissioni in ruolo andranno persi, esattamente come è accaduto dodici mesi fa”

Vi terremo informati sulle possibili novità nelle prossime ore o giorni.

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche