Immissioni in ruolo con chiamata veloce, ritardo nella procedura e nessuna comunicazione del Ministero

Stampa

Immissioni in ruolo con chiamata veloce: la grande novità delle assunzioni docenti per l’anno scolastico 2020/21. Quella che – nelle intenzioni del Ministero – dovrebbe essere in grado di coprire le migliaia di posti ancora disponibili, soprattutto sul sostegno. 

AGGIORNAMENTO ore 10.45 Il form è stato inserito su istanze online 

La call veloce è stata istituita con Decreto n. 25 dell’08 giugno 2020 e formalizzata, per quanto riguarda la procedura, nell’allegato A istruzioni operative

“Concluse le operazioni annuali di immissione in ruolo, gli uffici comunicano, entro il termine del 27 agosto p.v., i posti rimasti vacanti e disponibili mediante pubblicazione sui rispettivi siti internet istituzionali ed inserimento in piattaforma al fine di consentire ai soggetti aventi titolo di presentare istanza […]
Le istanze saranno disponibili per via telematica per 5 giorni nel periodo compreso tra il 28  agosto 2020 e il 1 settembre 2020.”

Bisogna dire che, nonostante un eccellente lavoro amministrativo

  • alcuni Uffici Scolastici non sono stati in grado di concludere tutte le operazioni il 26 agosto
  • nella giornata del 27 agosto pochi Uffici Scolastici erano stati in grado di comunicare l’elenco dei posti disponibili
  • solo nella tarda serata del 28 agosto l’elenco è stato quasi completo (manca ancora ad es. la Basilicata)
  • non tutti gli uffici hanno ancora pubblicato in quali province si trovano i posti ancora disponibili

Elenco dei posti disponibili per classe di concorso e regione

Chi può presentare la domanda per essere assunto in ruolo con chiamata veloce

Silenzio da parte del Ministero

Nessuna comunicazione da parte del Ministero su una procedura che, inevitabilmente parte in ritardo. Sarebbero stati sufficienti poche righe per avvertire del ritardo nella procedura e spiegare nel contempo come si svolgerà. Nelle istruzioni operative si legge infatti di “inserimento in piattaforma al fine di consentire ai soggetti aventi titolo di presentare istanza […]”

Si presuppone che la piattaforma sia su Istanze online, come già avvenuto per le fasi precedenti delle operazioni in ruolo.

Ma su tutto sembra aleggiare il mistero. Solo qualche ufficio raccomanda di seguire costantemente le comunicazioni, in modo da essere tempestivamente informati delle fasi successive.

Qualora i nostri lettori siano in possesso di informazioni utili per la presentazione della domanda e vogliano condividerle, potranno scrivere a [email protected]

AGGIORNAMENTO ore 10.45 Il form è stato inserito su istanze online

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur