Immissioni in ruolo, Azzolina (M5S): usare 50% posti quota 100, dando priorità a GaE e concorsi

Comunicato On. Lucia Azzolina (M5S) – Ho deciso di presentare un’interrogazione al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Vorrei si procedesse a destinare la metà dei posti liberati dall’accoglimento delle domande per Quota 100 al personale ATA e al personale docente per nuove immissioni in ruolo a tempo indeterminato anche successivamente al 1° settembre 2019, attribuendoli prioritariamente al personale precario ex. articolo 399 T.U. 297/1994.

Credo sia fondamentale procedere in questa direzione, in primis perché sappiamo che il fenomeno delle supplenze ha raggiunto un nuovo record negativo durante l’anno scolastico appena concluso e potrebbe peggiorare per l’anno prossimo, dove i numeri ci dicono che dovremmo gestire anche tanti pensionamenti con requisiti ordinari.

In secondo luogo, visto che nell’Amministrazione Scolastica l’urgenza non ha mai rappresentato l’eccezione, è auspicabile che una parte dei posti liberati dall’accoglimento delle domande di pensionamento entro il 31 agosto, possa essere utilizzata al 50% per le immissioni in ruolo a tempo indeterminato dell’anno scolastico 2019/20 e al 50% per le operazioni di mobilità, dando priorità al personale precario inserito nelle Graduatorie ad esaurimento e ai vincitori e idonei di concorso.

Il testo dell’interrogazione già depositato, sarà visionabile nei prossimi giorni sul sito della Camera dei Deputati. Questa tematica mi sta davvero a cuore e qualora il mio atto non dovesse trovare riscontro, intendo proseguire con altri strumenti legislativi, ma sono certa che il Ministro Bussetti, terrà in considerazione questa mia interrogazione.

Assunzioni 2019, Azzolina (M5S): utilizzare anche metà dei Quota 100

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste