Immissioni in ruolo 2021, vantaggi e conseguenze per docente che vince sia concorso straordinario che STEM

Stampa

Le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/22 sono state avviate ma i docenti interessati sono assaliti da mille dubbi. Proviamo a chiarirne alcuni relativi alla presenza nelle graduatorie di merito di due procedure concorsuali distinte, in questo caso i concorsi più recenti: straordinario 2020 e STEM 2021.

Immissioni in ruolo docenti 2021: graduatorie concorsi, GaE e GPS. Ordine e percentuali, come si sceglie provincia e scuola [LO SPECIALE]

Ricordiamo, dapprima, sinteticamente da quali quali graduatorie di attingerà per le assunzioni e secondo quale ordine.

Immissioni in ruolo 2021/22

Le assunzioni in ruolo per l’a.s. 2021/22 si distingueranno, in seguito a quanto previsto dal decreto legge 73/2021 (decreto sostegni-bis), in ordinarie e straordinarie.

Ordinarie

Le immissioni in ruolo, come di consueto, avverranno sui posti che saranno autorizzati dal MEF, posti da suddividere tra GaE (50%) e concorsi (50%).

Le graduatorie di merito concorsuali, relative alla scuola dell’infanzia e primaria, sono quelle costituite in seguito al concorso ordinario 2016 e al concorso straordinario 2018. Prima si assumerà dalle GM del concorso ordinario 2016 e in subordine da quelle del concorso straordinario 2018.

Per quanto riguarda la scuola secondaria di primo e secondo grado, si assumerà: prima dalle GM 2016; qualora residuino posti dalle GM 2018; infine, i posti residuati dalle predette procedure (GM 2016 e 2018) sono suddivisi al 50% tra concorso straordinario 2020 e concorso STEM, purché le relative GM (STEM) siano pubblicate entro il 30 ottobre 2021.

Straordinarie 

Terminata la succitata fase ordinaria, qualora residuino posti, sarà attivata la procedura di assunzione dalle GPS prima fascia e relativi elenchi aggiuntivi. Approfondisci

Quesito

Ho superato la prova scritta del Concorso Straordinario (A028):

D. Posso partecipare al concorso STEM (sempre per la A028) previsto a luglio, ma se non lo supero (o anche solamente se mi presento per la prova scritta) verrà annullato l’esito del concorso straordinario e si rischia l’esclusione dalle assunzioni previste nei posti per lo straordinario?

R1. Il mancato superamento del concorso STEM (cui possono partecipare, ricordiamolo, i soli docenti che hanno presentato domanda entro il 31 luglio 2020) ovvero la sola partecipazione alla prova scritta non determinano l’esclusione dalle assunzioni dal concorso straordinario, in quanto non previsto da nessuna normativa vigente.

Il mancato superamento di un concorso non corrisponde ad un automatismo “non si è bravi insegnanti”, semplicemente non si è superata una prova. Rimane impregiudicato il diritto acquisito con il concorso straordinario.

Assunto prima da concorso straordinario o ordinario?

D.2 Vincere il concorso ordinario STEM che vantaggi dà rispetto al concorso straordinario? è possibile che le assunzioni avvengano prima rispetto al concorso straordinario?

R2. Come detto sopra, qualora residuino posti dal concorso ordinario 2016 e da quello 2018, si procederà alle assunzioni dal concorso straordinario 2018 e dal concorso ordinario STEM (fermo restando che le relative graduatorie siano pubblicate entro il 30/10/2021). A ciascuna delle due procedure (straordinaria 2018 e STEM) sarà destinato il 50% dei posti residuati dal concorso 2016 e da quello 2018. Il vantaggio, per la nostra lettrice, consisterà nel fatto che la stessa amplia le possibilità di assunzione in base alla posizione occupata nell’una e nell’altra procedura: il ruolo arriverà prima dalla procedura in cui è posizionata meglio.

Ricordiamo che, nel momento in cui sarà assunta e poi concluderà positivamente il periodo di formazione e prova, sarà cancellata dalla graduatoria di merito da cui non è stata assunta, ciò in seguito a quanto previsto dall’articolo 399, comma 3-bis (introdotto dall’articolo 1, comma 17-octies, del DL 126/2019, convertito in legge n. 159/2019), del D.lgs. n. 297/94secondo cui:

L’immissione in ruolo comporta, all’esito positivo del periodo di formazione e di prova, la decadenza da ogni graduatoria finalizzata alla stipulazione di contratti di lavoro a tempo determinato o indeterminato per il personale del comparto scuola, ad eccezione di graduatorie di concorsi ordinari per titoli ed esami di procedure concorsuali diverse da quella di immissione in ruolo.

La decadenza della nostra lettrice dalla graduatoria di merito, da cui non sarà assunta, avverrà sia in caso di immissione in ruolo dal concorso ordinario STEM, sia in caso di immissione in ruolo dal concorso straordinario 2020 (in quest’ultimo caso, la cancellazione dalla GM del concorso ordinario STEM è dovuta al fatto che si tratta delle medesima procedura concorsuale, ossia che si trova nella GM STEM per la medesima classe di concorso).

12 punti graduatoria interna di istituto

Il superamento del concorso ordinario garantisce inoltre 12 punti nella graduatoria interna di istituto dei docenti di ruolo, indipendentemente dalla graduatoria da cui si è assunti in ruolo.

Immissioni in ruolo docenti 2021: da quali graduatorie, chi ha la precedenza, quali percentuali. [SCARICA PDF e presentazione PPT]

Immissioni in ruolo docenti 2021: tutte le convocazioni, come si sceglie provincia e scuola [LO SPECIALE]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur