Immissioni in ruolo 2020: con call veloce docenti assunti in altra provincia o regione [DECRETO]

Stampa

Decreto per la “chiamata veloce’, il meccanismo di assunzione previsto dalla legge 159/2019, per cui gli insegnanti potranno andare a ricoprire i posti rimasti vuoti dalle assunzioni ordinarie. 

Trasferimento volontario

I posti che rimarranno liberi ogni anno, dopo le abituali operazioni di assunzione, potranno essere assegnati ai docenti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento o nelle graduatorie di concorso che decideranno di spostarsi volontariamente anche in altra regione per occuparli.

Chi riguarda

Sono coinvolti i soggetti inseriti nelle graduatorie utili per l’immissione in ruolo del personale docente ed educativo (Graduatoria ad Esaurimento e Graduatoria di merito concorsi) ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato, in un’altra regione rispetto a quella di pertinenza della medesima graduatoria.

Le assunzioni a tempo indeterminato riguardano tutte le graduatorie e sono disposte rispettando la ripartizione al cinquanta per cento tra le graduatorie concorsuali, cui viene comunque attribuito l’eventuale posto dispari, e le GAE.

Per quanto concerne le graduatorie concorsuali è rispettato il seguente ordine di priorità discendente:

a) graduatorie di concorsi pubblici, per titoli ed esami, nell’ordine temporale dei relativi bandi;
b) graduatorie di concorsi riservati selettivi, per titoli ed esami, nell’ordine temporale dei relativi bandi;
c) graduatorie di concorsi riservati non selettivi, nell’ordine temporale dei relativi bandi.

Cosa possono fare gli interessati?

I soggetti inseriti nelle GAE possono presentare istanza per i posti disponibili in altre province della stessa regione rispetto alla provincia dove risultano collocati. I soggetti inseriti nella I fascia delle GAE, inseriti in due province, scelgono, comunque, una sola regione.

I soggetti di cui inseriti nelle graduatorie utili per le assunzioni possono presentare domanda, per ciascuna graduatoria di provenienza per i posti di una o più province di una sola regione, al fine dell’assunzione a tempo indeterminato in territori diversi da quelli di pertinenza delle graduatorie di riferimento.

Chi è escluso

Sono esclusi dalla procedura i soggetti già destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento.

Domanda di partecipazione

Sarà pubblicata una piattaforma ministeriale che consentirà di presentare domanda indicando la regione prescelta.

Nella domanda l’aspirante dovrà:

      1. scegliere la regione di partecipazione;
      • indicare:
        • la provincia o le province di destinazione, esclusivamente nell’ambito della regione scelta;
        • i posti di interesse e le relative graduatorie di inserimento, che costituiscono titolo di accesso alla procedura di chiamata;
        • nel caso di più province di destinazione, l’ordine di preferenza tra le stesse e, per ciascuna provincia, l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa;
        • in caso di un’unica provincia di destinazione, l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa;
      1. indicare la regione/provincia di provenienza e l’USR responsabile della procedura concorsuale nel caso in cui sia stata disposta l’aggregazione territoriale dei concorsi ai sensi dell’articolo 400, comma 02, del Testo Unico . Il punteggio, le preferenze e le precedenze possedute, già registrate al sistema informativo ai sensi dell’articolo 3, sono visualizzate e salvate nella base dati dell’istanza.

Tempi presentazione domanda

Le domande scadranno 5 giorni dopo l’apertura delle funzioni

Assunzioni entro il 10 settembre

Le assunzioni dagli USR dovranno avvenire entro il 10 settembre dell’anno scolastico di riferimento, le assunzioni a tempo indeterminato saranno con decorrenza giuridica a partire dal 1° settembre dell’anno scolastico di riferimento.

Per quest’anno scolastico tale termine potrà essere differito. E infatti nel Decreto Scuola il termine ultimo per le operazioni dell’anno scolastico diventa il 20 settembre.

Scarica decreto

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile