Immissioni beffa per i precari della scuola

di Lalla
ipsef

inviato da Brunello Arborio – Il Ministro Gelmini ha comunicato ai sindacati il numero di immissioni in ruolo riservate ai docenti precari: i numeri sono veramente da fame, 10.000 docenti e 6.000 ATA, vengono quindi concessi un terzo dei posti disponibili, la metà di quanto richiesto dal MIUR al Tesoro, un contentino quasi inesistente di fronte ai tagli selvaggi già effettuati che toglieranno il diritto al lavoro a decine di migliaia di precari della scuola a partire dal prossimo Settembre.

inviato da Brunello Arborio – Il Ministro Gelmini ha comunicato ai sindacati il numero di immissioni in ruolo riservate ai docenti precari: i numeri sono veramente da fame, 10.000 docenti e 6.000 ATA, vengono quindi concessi un terzo dei posti disponibili, la metà di quanto richiesto dal MIUR al Tesoro, un contentino quasi inesistente di fronte ai tagli selvaggi già effettuati che toglieranno il diritto al lavoro a decine di migliaia di precari della scuola a partire dal prossimo Settembre.

Assurdi e ridicoli i commenti di alcuni sindacati, che sembrano essersi dimenticati del loro ruolo di difensori dei lavoratori per assumere quello, molto più comodo, di servitori del potere costituito. Raccapricciante il comunicato CISL di esultanza per i "risultati concreti" raggiunti e quello della UIL che propone i contratti pluriennali che sancirebbero in modo istituzionale il precariato a vita per migliaia di docenti.

Nell’invitare i lavoratori a ritirare le deleghe a questi sindacati gialli difensori degli interessi padronali, il Forum Precari Scuola invita alla mobilitazione tutto il popolo della scuola: docenti, genitori e studenti. Il governo è ora molto debole, costruiamo tutti insieme dei moti di piazza autunnali che lo facciano cadere definitivamente, senza ricorrere a giochini politici, terzi poli o ritorni di balene bianche.

FORUM PRECARI SCUOLA

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione