Immesso in ruolo con il piano straordinario 2015, guadagna meno che da precario

di redazione
ipsef

Davvero singolare la storia del prof. Fabio Guarna, assunto in ruolo nell'a.s. 2015/16 in seguito al piano straordinario di immissioni previsto dalla legge di Riforma della scuola, che ha reso straordinariamente assurda la carriera scolastica di detto docente. 

Davvero singolare la storia del prof. Fabio Guarna, assunto in ruolo nell'a.s. 2015/16 in seguito al piano straordinario di immissioni previsto dalla legge di Riforma della scuola, che ha reso straordinariamente assurda la carriera scolastica di detto docente. 

Nei mesi scorsi avevamo già riferito sul fatto che il prof. Guarna, pur avendo  sempre insegnato discipline giuridico-economiche, è stato assunto come insegnante di laboratorio, pur avendo un punteggio superiore nella classe di concorso ex A019. Ciò ha danneggiato il prof. ma anche gli allievi in quanto insegnanti con minor punteggio del medesimo si trovano ad insegnare le suddette discipline.

Al danno si aggiunge la beffa, in quanto lo stipendio di un docente di laboratorio, appartenendo al ruolo dei diplomati, è inferiore a quello di un docente appartenente al ruolo dei laureati.

Si è trattato di un "brutto scherzo" determinato dall'algoritmo ministeriale, che ha consentito a colleghi con minor punteggio del prof. Guarna di insegnare nella prima provincia indicata dallo stesso.

Considerata, infine, la novità introdotta dal CCNI sulla mobilità, che prevede per gli assunti in fase C, che non ottengono alcun ambito di titolarità, di essere utilizzati nella provincia di immissione in ruolo, si comprende quale sia la gravità della situazione. Se, infatti, il prof. Guarna fosse stato assunto nella A019, avrebbe avuto la possibilità di essere dichiarato in esubero e, quindi, utilizzato nella provincia di immissioni in ruolo che, nel caso specifico, sarebbe dovuta essere quella indicata come prima dal professore.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare