Il Tar boccia ordinanza del comune di Agrigento: si torna in classe

WhatsApp
Telegram

Il presidente del Tar della Sicilia ha accolto l’istanza cautelare presentata contro l’ordinanza (numero 9 del 14 gennaio scorso) del sindaco di Agrigento, Francesco Micciché, che aveva disposto una nuova chiusura dal 15 gennaio e fino al 24 gennaio delle attività didattiche in presenza.

Il Tribunale ha confermato il provvedimento di sospensione già adottato il 13 gennaio scorso nei confronti di analogo provvedimento del primo cittadino e ha ribadito “come non sembri esserci spazio per i comuni di disciplinare l’attività scolastica in stato di emergenza sanitaria diversamente rispetto a quanto attualmente stabilito dalla legge statale, alla cui competenza appartiene la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 trattandosi di ‘profilassi internazionale'”.

Il Comune di Agrigento è attualmente in zona arancione mentre la normativa nazionale consente interventi restrittivi solo nelle zone rosse, né “gli atti regionali che appaiono consentire ai sindaci l’adozione di misure restrittive in materia scolastica anche in zona arancione possono derogare alla disciplina nazionale”.

La pronuncia del Tribunale amministrativo regionale comporta la sospensione immediata dell’ordinanza e il rientro in presenza nelle scuole. L’udienza per la trattazione collegiale è stata fissata per il 10 febbraio.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur