“Il silenzio è dolo”, iniziativa nelle scuole per sostenere la lotta alla mafia

di redazione
ipsef

La lotta alla mafia entra a scuola con l’iniziativa “Il silenzio è dolo” presentata, come apprendiamo dall’Ansa, alla Camera in data odierna.

La finalità è quella di sensibilizzare i giovani alla lotta contro la criminalità organizzata.

L’iniziativa è nata da Ismaele La Vardera, giornalista e “Iena” del noto programma televisivo e Marco Ligabue, cantautore e rocker, con i quali collaborerà ScuolaZoo.

Gli studenti conosceranno, nel corso dell’iniziativa, la storia di Benedetto Zoccola, commerciante campano che si è rifiutato di piegarsi alla camorra e pagare il pizzo, denunciando i suoi estorsori.

Nonostante l’attentato subito, che gli ha fatto perdere un occhio, Zoccola non si è arreso ed è stato nominato vicesindaco di Mondragone (Caserta).

La storia suddetta è quella narrata nel libro di La Vardera  “Il mio nome è Zoccola e per la camorra sono un figlio di puttana” . Il libro, insieme al brano di Marco Ligabue “Un Attimo fa”, con inclusione di rap in
napoletano di Lucariello (autore della colonna sonora della serie tv “Gomorra”) sono i mezzi più diretti per parlare ai ragazzi.

Il tour presso le scuole italiane coinvolgerà circa 20.000 studenti grazie ai rappresentanti d’Istituto ScuolaZoo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare