Il Salvaprecari 2010/11 prende forma: escluso chi ha maturato il requisito nel 2009/10 (III puntata)

di Lalla
ipsef

Lalla – Il Ministero ha emanato il dm n. 68 del 30 luglio 2010, con il quale reitera il Salvaprecari anche per l’a.s. 2010/11. Destinatari i docenti e il personale Ata inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento per l’a.s. 2010/11 che abbiano conseguito nell’anno scolastico 2008/2009, nomina nella scuola statale, a tempo determinato di durata annuale o sino al termine delle attività didattiche o, attraverso le graduatorie d’istituto, una supplenza di almeno 180 giorni in un’unica istituzione scolastica. Le domande andranno presentate dal 15 al 30 settembre 2010; il modello di domanda sarà pubblicato successivamente.

Lalla – Il Ministero ha emanato il dm n. 68 del 30 luglio 2010, con il quale reitera il Salvaprecari anche per l’a.s. 2010/11. Destinatari i docenti e il personale Ata inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento per l’a.s. 2010/11 che abbiano conseguito nell’anno scolastico 2008/2009, nomina nella scuola statale, a tempo determinato di durata annuale o sino al termine delle attività didattiche o, attraverso le graduatorie d’istituto, una supplenza di almeno 180 giorni in un’unica istituzione scolastica. Le domande andranno presentate dal 15 al 30 settembre 2010; il modello di domanda sarà pubblicato successivamente.

Sono rimaste quasi del tutto inascoltate le richieste delle Organizzazioni Sindacali, le quali avevano proposto delle modifiche in seguito alle numerose sollecitazioni dei docenti che avevano letto la bozza del decreto e compreso che era nelle intenzioni del ministero di riproporre il provvedimento con il requisito legato all’a.s. 2008/09, escludendo coloro che lo hanno maturato nell’a.s. 2009/10.

Rimandiamo alla pubblicazione delle domande una guida più accurata sul decreto, ne riportiamo in sintesi le indicazioni principali:

Condizioni per l’accesso:

  • presenza per l’a.s. 2010/11 nelle Graduatorie ad esaurimento e nelle Graduatorie permanenti per il personale Ata
  • aver conseguito, nell’a.s. 2008/09 una supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche, o di almeno 180 giorni in un’unica istituzione scolastica tramite le graduatorie di istituto
  • non poter ottenere, per l’anno scolastico 2010-2011, nomina per una delle suddette tipologie per carenza di posti disponibili o di averla ottenuta per un numero di ore inferiore a quello di cattedra o posto in assenza di disponibilità di cattedre o posti interi

Esclusi:

  • coloro che, nell’a. s. 2010-2011, rinuncino ad una supplenza conferita per intero orario nell’ambito della graduatoria ad esaurimento nella provincia di appartenenza o dalle correlate graduatorie di circolo o di istituto

Partecipano comunque

  • coloro che medesimo anno scolastico rinuncino ad un contratto, nella provincia di appartenenza, per un numero di ore inferiore a quello di cattedra o posto, in assenza di disponibilità di posti interi
    ovvero che rinuncino ad un contratto, anche ad orario intero, essendo stato individuato quale avente titolo per effetto dell’inserimento in coda a tutte le fasce delle graduatorie delle province opzionali aggiuntive.

Vantaggi

  • il personale docente e educativo ha diritto al riconoscimento della valutazione dell’intero anno di servizio ai soli fini dell’attribuzione del punteggio nelle graduatorie ad esaurimento
  • il personale Ata ha diritto all’attribuzione dello stesso punteggio conseguito nell’anno scolastico 2008/2009, da utilizzare in occasione dell’ aggiornamento delle graduatorie permanenti o per l’inserimento in esse.
  • Il punteggio viene attribuito per la medesima classe di concorso, posto di insegnamento, profilo professionale per il quale l’interessato ha prestato utilmente servizio nell’a.s. 2008-2009 (vedi anche nota del 17 dicembre 2009)

La domanda, il cui modello non è ancora disponibile, potrà essere presentata dal 15 al 30 settembre 2010, per il tramite dell’istituzione scolastica in cui ha prestato servizio nell’a.s. 2008/2009:

a) alla sede provinciale dell’ufficio scolastico regionale che ha gestito la graduatoria ad esaurimento di appartenenza, per i docenti e, per il personale ATA, le graduatorie permanenti di cui all’art. 554 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, nonché quelle provinciali ad esaurimento di cui ai DD.MM. 19 aprile 2001, n. 75 e n. 35 del 24 marzo 2004;
b) alla sede provinciale dell’ufficio scolastico regionale nella cui graduatoria di circolo o istituto è inserito per l’a.s. 2010/2011;
c) -alla sede provinciale dell’ufficio scolastico regionale nella cui graduatoria ad esaurimento il personale docente è inserito in coda, in via obbligatoria, ai fini del completamento d’orario, qualora al momento della presentazione della domanda abbia già stipulato per l’anno scolastico 2010/2011 un contratto a tempo determinato sino al termine delle attività didattiche per un numero di ore inferiore a quello di cattedra.

Tutto il personale interessato alla procedura, anche chi era già inserito nel salvaprecari 2009/10 potrà chiedere nuovi distretti su cui effettuare le eventuali supplenze.

Rimangono inalterate le disposizioni per i progetti Regionali

All’inizio dell’anno scolastico, fino alla data di diffusione dei nuovi elenchi, le supplenze temporanee saranno conferite dalle Graduatorie di istituto.

Punti critici

  1. Permane il requisito di 180 giorni svolti in un’unica istituzione scolastica, anche tramite proroghe o conferme contrattuali, nonostante le numerose sentenze che hanno smentito tale interpretazione restrittiva della normativa
  2. rimane come data di presentazione delle domande 15 – 30 settembre 2010 quindi il nuovo SP per l’a.s. 2010/11 non potrà essere operativo prima del mese di Ottobre inoltrato (nella speranza che non ci siano nuove proroghe, come è puntualmente accaduto in occasione dei precedenti provvedimenti).

Il decreto

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione